Vittima di stalking sfigurata in strada con l'acido: stavolta è un uomo

Vittima di stalking sfigurata in strada con l'acido: stavolta è un uomo

Ancora una vittima per una storia d'amore finita male. E stavolta si tratta di un uomo che rischia di rimanere sfigurato dall'acido muriatico dopo un'aggressione alla fermata di un treno. È successo ieri a un tretaduenne, già vittima di stalking, colpito al volto e al torace dalla sostanza chimica in strada a Roma. L'episodio è accaduto intorno alle 16 nel quartiere di Tor Pignattara, davanti alla fermata della linea del trenino Roma-Lido, a quell'ora piena di passeggeri in attesa.
Ad aggredirlo sarebbe stato un uomo, forse un «sicario» ingaggiato da una donna delusa. La vittima in passato era stata oggetto di stalking da parte di una donna, che aveva più volte denunciato. Al momento dell'aggressione era in compagnia di una collega di lavoro, una romana di 33 anni, anche lei colpita all'avambraccio dalgli schizzi dell'acido.
E proprio ieri i I carabinieri del Ris di Roma sono stati impegnati per tutta la mattinata all'interno dell'abitazione di Lucia Annibali, l'avvocatessa di Urbino che, il 16 aprile scorso, è stata colpita al volto da un getto di acido solforico sulla porta del suo appartamento di Via Rossi, a Pesaro. Per quell'agguato è finito già in cella il suo ex, l'avvocato Luca Varani che avrebbe assoldato due albanesi per portare a termine la vendetta. Uno è stato catturato, l'altro è tuttora ricercato

Commenti