Jovanotti, palco crollato Nove avvisi di garanzia

La Procura di Trieste ha emesso oggi i provvedimenti nei confronti dei titolari delle ditte responsabili della realizzazione del palco

Jovanotti, palco crollato Nove avvisi di garanzia

Alcuni giorni dopo il crollo del palco di Jovanotti a Trieste, che ha causato la morte di Francesco Pinna, lo studente ventenne che lavorava insieme ad altri alla costruzione dello stage dove si sarebbe dovuto esibire Lorenzo, oltre al ferimento di altre sette persone, concerto poi annullato dopo il tragico evento, la Procura di Trieste ha emesso nove avvisi di garanzia.

Destinatari del provvedimento i titolari e i dirigenti delle società incaricate di costruire il palco. Ambienti giudiziari sottolineano che il provvedimento è finalizzato a garantire agli indagati il diritto alla difesa e la nomina di periti e consulenti che possano appurare le cause del crollo del palco. Gli incarichi verranno disposti la prossima settimana. Non si esclude che già nelle prossime ore il numero degli avvisi di garanzia possa aumentare. I nomi iscritti nel fascicolo delle indagini dovranno rispondere di omicidio colposo, disastro colposo, lesioni e per sospetto di violazione della normativa antinfortunistica. 

Commenti