Lanciate tre molotov contro un centro sociale di destra

Tre molotov sono state lanciate ieri sera contro il centro sociale «Spazio Gens Romana» in via Evandro, nel quartiere Appio-Tuscolano, inaugurato proprio ieri. Le bottiglie incendiarie sono state lanciate da due ragazzi a bordo di uno scooter. La prima ha colpito l’insegna, è rimbalzata su un tendone ed è stata subito spenta, le altre due sono esplose vicino alle persone fortunatamente senza ferire nessuno. Giuliano Castellino, portavoce de «Il popolo di Roma» parla di «tentata strage». «Stavamo festeggiando l’inaugurazione del primo centro sociale legale a Roma - ha spiegato Castellino -. C’erano 500 persone tra cui anche donne e bambini. Due ragazzi in motorino si sono avvicinati e hanno tirato 3 molotov: volevano lanciarle all’interno del locale per colpire le persone». Dopo il fallito lancio i due giovani sono fuggiti. «Fortunatamente nessun ferito - ha detto Castellino - ma tra la gente è scoppiato il panico, urla e pianti». Il sindaco Gianni Alemanno ha espresso solidarietà alle vittime. «Ho appreso con molta preoccupazione dell’attentato contro il circolo Gens Romana frequentato dai militanti de “Il Popolo di Roma” - ha detto il sindaco -: tre bottiglie incendiarie lanciate contro un locale aperto e affollato potevano provocare una strage. Chiedo tutti i responsabili politici, compresi taluni esponenti della sinistra che in questi ultimi tempi hanno alimentato polemiche pretestuose, di abbassare i toni della polemica politica».

Commenti

Grazie per il tuo commento