L'avanzare impetuoso della stampa digitale e la ricerca di una stabilità

Sarà ricca sarà l'offerta espositiva di Converflex e Grafitalia, le due mostre in programma da oggi all'11 nei padiglioni 1 e 3 di Fieramilano, a Rho-Pero, che per la prima volta si supporteranno vicendevolmente con la presentazione di nuove tecnologie. I due comparti della medesima filiera della carta e della sua lavorazione si differenziano per avere diversi settori di sbocco; anche qui non mancano, in relazione alla situazione economica, difficoltà di diversa entità.
Se per Grafitalia, che si rivolge al mondo della stampa editoriale e commerciale, il periodo non è di certo favorevole, per Converflex, invece, si tratta di un momento positivo, specialmente nel settore «imballaggi». Vincenzo Boccia, presidente di Grafitalia e di Piccola industria di Confindustria, spiega come, nonostante il periodo di sofferenza, ci sia, da parte degli organizzatori delle due mostre, la volontà di offrire un evidente servizio di qualità non solo ai visitatori, ma anche ai 411 espositori, ponendo un'attenzione particolare al marchio italiano e ai risultati dell'evoluzione tecnologica made in Italy. «La situazione economica attuale è critica, aggravata dall'avanzare impietoso della stampa digitale e, specialmente per le medie imprese, si denota una forte sofferenza. Ci auguriamo che il Paese trovi un equilibrio e una stabilità che possano così garantire anche la qualità dell'imprenditoria nazionale. Del resto, abbiamo assistito a una netta decrescita e, avendo fatto un balzo indietro di ben 20 anni, stiamo vivendo, dal punto di vista commerciale, in una dimensione di “economia da guerra”. È così necessario individuare un percorso e uscire da tattiche partitiche in modo da recuperare in termini di tessuto industriale, anche cercando di ridurre il debito».
Simona Michelotti, presidente di Converflex (pur registrando, nel 2012, un aumento dell'8% del fatturato, grazie all'export), conclude affermando che «ci troviamo in uno scenario altamente competitivo, particolarmente nel settore food, dove sono richieste best practices nell'operare in termini di qualità e sicurezza etica. L'apporto della tecnologia - aggiunge - può offrire grandi opportunità alle imprese».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento