Lerici per tre giorni diventa la capitale dei mitili

Lerici per tre giorni diventa la capitale dei mitili

Trenta eventi nell'arco di tre giorni con tanto di degustazioni, seminari, laboratori, cene tipiche e concerti in piazza. Il tutto «condito» dal suggestivo scenario della baia di Lerici, perla del golfo dei Poeti, che da venerdì prossimo ospiterà «Mytiliade 2009» il festival dei mitili mediterranei che per il secondo anno consecutivo approda nel levante ligure. «Nella cultura dei mitili si fondono cento anni di storia e di tradizioni locali - sottolinea Emmanuele Fresco, sindaco di Lerici -. I mitili sono il prodotto d'eccellenza del nostro golfo e siamo felici che adesso diventino veicolo di promozione turistica e di valorizzazione di un passato che deve essere trasmesso ai nostri giovani. Abbiamo in programma un carnet di eventi fittissimo - prosegue Fresco nel delineare il programma di Mityliade -. Si parte con l'inaugurazione di venerdì alle 16,30 in piazza Mottino cui seguirà la consegna dei premi dedicati agli operatori del mare per proseguire con le visite guidate agli impianti di mitilicutura e i laboratori rivolti ai ragazzi e agli studenti». E in agenda c'è davvero di tutto. Dall'asta del pesce di venerdì 11 in calata Mazzini al workshop dedicato al «pesce dimenticato» che in serata nella centralissima piazza Garibaldi farà fare a tutti un tuffo nella tradizione culinaria locale. Altrettanto denso il programma di sabato 12 che sul lungomare lericino vivrà la «no stop» espositiva dedicata ai prodotti ittici in programma dalle 11 alle 23. Alla Rotonda Vassallo protagonisti i più piccoli con «il mondo della pesca incontra i bambini» e poi escursione guidata in battello alle 11,30 agli impianti di stabulazione di Santa Teresa dove da più di cento anno escono e prelibati mitili del golfo dei poeti. Nel pomeriggio ancora didattica con il seminario dedicato alla preparazione e conservazione dei pesci per chiudere con l'esclusiva cena in terrazza al castello di Lerici con splendida vista sul Golfo. «Legare prodotti ittici, mitilicoltura e turismo - sostiene dal canto suo l’assessore regionale Giancarlo Cassini - è la carta da giocare per il futuro della nostra regione. Lo abbiamo sperimentato con l'agricoltura, sono certo che ripetere l'esperienza nel settore ittico sarà altrettanto favorevole».