A Levante non ci sono più consiglieri

La diaspora dal Municipio Levante. In una settimana due consiglieri dimissionari, altri che lasciano gli incarichi politici o le deleghe nelle commissioni. Non c'è pace nel parlamentino ai confini della città che, con una metafora calcistica, continua a perdere pezzi della squadra e a mettere in campo le riserve. Perché oltre alle dimissioni dei mesi scorsi dell'assessore Salvatore Bevilacqua (Lista Biasotti), il primo a passare la mano da consigliere è stato l'arancione Isacco De Benedictis, sostituito in sequenza da Massimo Alfieri (ora assessore al Turismo), da Cesare Rocca (venuto a mancare improvvisamente) fino alla new entry del mese scorso, Gianpaolo Dalessio. Saliti sul treno in corsa anche l'assessore Claudia Rovani (Cultura) e il consigliere Simone Di Maria (Pdl). Ma neanche il tempo di ratificare gli avvicendamenti che per la commissione elettorale si prospettano gli straordinari. In una settimana due nuove dimissioni. Franco D'Elia abbandona i banchi del Pdl ritirandosi a vita privata insieme al verde Paolo Stefanacci che prende le distanze da tutto e tutti. Perché anche se «quella di questi due anni è stata in qualche modo una esperienza positiva come tante altre», afferma Stefanacci, difficile non leggere una certa delusione nelle sue parole di addio: «all'inizio avevo affrontato con entusiasmo il mio incarico ma un po' alla volta ho iniziato a non sopportare più quel clima in cui invece di preoccuparsi del territorio si finiva per creare continue contrapposizioni politiche».
E se il capogruppo Pd, Giovanni Calisi, punta il dito contro il modo in cui sono organizzati gli stessi municipi, il malumore serpeggia anche nel centrodestra che dalla scorsa settimana si ritrova senza una guida. «Sono andata via perché avrei voluto fare il capogruppo di un gruppo serio e non di una bocciofila», afferma l'ex leader Pdl, Alba Viani . «Non ce l'ho col Pdl, sia chiaro, ma c'è qualcuno che nel gruppo non dovrebbe esserci», non ha timore di dire la Viani che ha mal digerito alcuni cambi di rotta in maggioranza.
Come nel caso del nuovo mercato rionale di via del Commercio deciso di concerto col coordinamento cittadino e stravolto all'ultimo momento dalla stessa maggioranza in municipio. Insieme al capitano della squadra, lascia anche l'ala destra. Maurizio Moretti (Pdl).

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti