Libero un altro black bloc Negli scontri di Roma assalì la camionetta dei carabinieri

Dopo Er pelliccia, torna a casa anche lo studente arrestato mentre partiva per la manifestazione No Tav a Chiomonte. Ma arriva la prima condanna per un violento

Libero un altro black bloc Negli scontri di Roma assalì la camionetta dei carabinieri

Dopo Er pelliccia, un altro dei giovani arrestati per aver messo a ferro e fuoco Roma lo scorso 15 ottobre è tornato in libertà. Si tratta di Leonardo Vecchiolla, il giovane di Ariano Irpino (Avellino) fermato a Chieti il 22 ottobre, alla vigilia della manifestazione contro la Tav a Chiomonte alla quale avrebbe partecipato. Il ragazzo ha assalito e incendiato una camionetta dei carabinieri, ma stamattina il tribunale del riesame di Roma ha deciso di scarcerarlo senza nessuna misura cautelare.

"A suo carico c’è un piccolo precedente per spaccio, ma molto risalente nel tempo", spiega il legale dello studente di psicologia accusato di tentato omicidio, devastazione, resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale ed è stato incastrato grazie a un'intercettazione, in cui il giovane ammette di aver partecipato agli scontri.

È arrivata intanto la prima condanna per uno dei violenti, Giovanni Caputi, l’unico manifestante ancora detenuto in carcere dei 15 arrestati dalle forze dell’ordine. La X sezione penale del Tribunale di Roma gli ha infatti inflitto, con rito abbreviato, 3 anni e 4 mesi di reclusione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti