Caldo e dieta, Coldiretti: aumentata la frutta del 20%

Con il caldo gli italiani cambiano la dieta, privilengiando la frutta di stagione: ecco i dati e i consigli di Coldiretti a questo proposito

Più frutta sulla tavola degli italiani, per contrastare il caldo dilagante.

Gli aumenti di temperature a giugno, che da Nord a Sud stanno flagellando il Belpaese, stanno spingendo gli italiani a un repentino cambio di dieta, fortunatamente più salutare. I dati, come riporta Adnkronos, vengono diffusi da Coldiretti: i mercati hanno registrato un incremento del 20% degli acquisti di frutta di stagione. Non solo: è proprio la frutta a essere diventata il pasto preferito degli italiani in spiaggia.

Il fenomeno è davvero confortante dal punto di vista degli stili sani: la frutta di stagione è ricca di vitamine e sali minerali, che vengono così reintegrati nell’organismo, che in questa stagione li perde attraverso il sudore. Inoltre, tra frutta e sole, è più facile l’assimilazione della vitamina D. Tra i cibi che la contengono e quindi permettono anche di abbronzarsi meglio, ci sono carote, radicchio, albicocche, ma anche insalata, cicoria, lattuga, melone, peperone, pomodoro, fragola e ciliegia.

Non è solo il caldo comunque ad aver apportato un cambiamento, ma anche una tendenza verso abitudini salutari che ormai stanno conquistando giovani e meno giovani, ammaliati non solo dal frutto in sé, ma da quello che ci si può fare, anche in casa grazie dalla tecnologia a basso costo, come frullati e centrifugati.

Purtroppo la grande ondata di pioggia e grandine a primavera è stata davvero deleteria secondo Coldiretti e si rischia di perdere il 25% della produzione di fragole, ciliegie, nespole, albicocche, pere, meloni e cocomeri. Coldiretti spinge a maggiori controlli, affinché non vengano spacciati per italiani prodotti ortofrutticoli che non lo sono: meglio orientarsi su prodotti locali quindi, dei quale si conosce la filiera.