Chiara Boni a Pitti 2022. Tra jersey e paillettes

La prima sfilata del 2022 è di Chiara Boni che in occasione del Pitti Uomo presenta a Firenze la sua capsule Petite Robe

Chiara Boni a Pitti 2022. Tra jersey e paillettes

La prima sfilata al mondo datata 2022 si svolge al Caffè Paskovski di Firenze dove Chiara Boni, fiorentina doc ma trapiantata ormai da anni a Milano, presenta una capsule della sua Petite Robe, la linea dagli innumerevoli modelli tutti declinati in un solo tessuto, il jersey. Bielastico e quindi stretch, lavabile in lavatrice, indeformabile e anche un po’ contenitivo, il jersey nelle mani dell’adorabile designer, che proprio quest’anno compie 50 anni di carriera, assume un aspetto perfetto per l’atmosfera Belle Epoque di Paskovski. La sfilata si apre con un vocale di Drusilla Foer, “Eleganzissima” per scelta e vocazione, prossimamente star sul palco dell’Ariston a San Remo.

Le modelle (15 bellissime ragazze tra cui una cinese e una russa a dir poco strepitose) sono controllate come tutti i presenti da un severissimo covid manager convocato dal brand per muoversi in sicurezza nonostante si sia nella fase più contagiosa di questa dannata pandemia. Ci sono 22 deliziosi modelli sia da giorno che da sera e non sembra possibile che siano tutti in jersey perché Chiara lo rielabora in tutti i modi possibili e immaginabili. C’è un raffinato tailleur da giorno che sembra di tweed spigato grazie a una superstampa fotografica del più classico dei tessuti da uomo sul jersey... In un caso il motivo a spina di pesce emerge dal velluto che è semplicemente accorpato al tessuto stretch. Poi ci sono le paillettes all over dipinte a fiori e il lungo pastrano militare che sembra in loden perfino al tatto. Strepitosi a dir poco gli smoking: uno nero, semplicissimo, con un bustier al posto della camicia bianca d’ordinanza, l’altro in velluto rosso rubino con il gilet al posto della blusa. Le ragazze sfoggiano guanti-gioiello con artigli in strass, chocker in piume e cristalli, orecchini giganteschi in giaietto nero e strepitose acconciature degne della regina cattiva di Maleficent.

Un’alta moda alla portata di tutte le donne che viene presentata a Pitti (la più importante manifestazione di moda maschile al mondo) perché Chiara Boni non si è sottratta al dovere morale di accorrere in aiuto alla manifestazione che nel 2015 ha sostenuto il suo ritorno sulla scena della moda. La correttezza alla fine viene premiata infatti erano presenti 4 compratori di Neiman Marcus e l’America è il mercato più importante per il brand.

Commenti