Consigli per i tanto attesi saldi estivi

A causa delle condizioni metereologiche disastrose che si sono registrate nella scorsa stagione, i saldi estivi quest’anno sono tanto attesi dai commercianti. Ecco i consigli utili per tutelarsi da eventuali truffe o fregature

Il tanto atteso periodo dei saldi estivi è giunto. Comincia il countdown ufficiale. Quest’anno la data di inizio è fissata per sabato 6 Luglio e già nei giorni che la precedono si respira un’ansia densa di aspettative e ansia. Questa data è tanto attesa soprattutto da parte dei commercianti. Ciò è dovuto a alle condizioni meteorologiche incerte che hanno segnato la stagione primaverile. Si sono infatti registrati numerosi cali di vendite nel settore abbigliamento e accessori.

Le conseguenze negative sulle vendite hanno prodotto un caldo del 30% del giro d’affari in questo settore importante per la nostra economia nazionale. I saldi estivi sono molto attesi anche da Confesercenti che prevede una boccata d’ossigeno per l’economia nazionale. Essi incentiveranno la gente a fare acquisti. I saldi rappresentano l’occasione per acquistare in modo intelligente capi e prodotti a prezzi convenienti. Sono attesi, più delle vacanze in questo periodo.

Numerose però sono le fregature e le truffe legate ad essi. Ecco i consigli per tutelarsi e fare acquisti intelligenti:

1) Confrontare il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato: da prestare attenzione soprattutto se si hanno dubbi sulla percentuale di sconto o il prezzo originale. Non esitare a chiedere delucidazioni al negoziante se ci sono dubbi e perplessità;

2) Controllare che i capi siano in buone condizioni: se il difetto viene fuori dopo l'acquisto, si può chiedere la risoluzione del contratto. Il negoziante è tenuto a restituire l'importo pagato oppure ridurre il prezzo. Conservare sempre lo scontrino d’acquisto;

3) La merce venduta in saldo deve essere esposta separatamente da quella non scontata: è possibile effettuare una denuncia alla polizia municipale se questa regola non viene rispettata;

4) Provare sempre i vestiti: se ci si pente in un secondo momento dell'acquisto, il cambio è a discrezione del commerciante. Chiedete sempre se è prevista questa possibilità;

5) Fare attenzione che la merce in saldo sia quella stagionale: la legge prevede, infatti, che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e articoli cosiddetti di "moda". Sono stagionali quei capi che hanno probabilità di deprezzarsi se non vengono venduti durante la stagione;

6) Ricordarsi che i prezzi esposti vincolano il venditore: se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, fatelo notare al negoziante;

7) La garanzia vale per due anni dall'acquisto: attenzione agli scontrini di carta chimica. Essi sbiadiscono dopo qualche mese; Bisogna fotocopiarli per poterli esibire al momento opportuno. La garanzia va fatta valere entro sessanta giorni dal momento in cui si scopre il difetto;

8) Un negoziante convenzionato con una carta di credito è tenuto ad accettarla sempre: anche in periodo di saldi invernali bisogna rispettare questa regoli, e a non aumentare i prezzi per pagamenti effettuati con la carta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.