Passione senior: il sesso dopo i 60 anni

La passione alimenta anche la vita dei senior, dopo i 60 anni il sesso non scompare, ma evolve in modalità più intime e sorprendenti: ecco tutti i consigli per mantenere viva la coppia.

Passione senior: come cambia il sesso a 60 anni

Sesso e passione caratterizzano l'esistenza anche dopo i 60 anni, anche se la vita intima potrebbe non essere più "movimentata" come quella sperimentata durante la giovinezza. Tuttavia non è affatto scontato che, col trascorrere del tempo, gli impeti più fisici siano destinati ad attenuarsi o scemare quasi del tutto. Anzi. Talvolta la maturità e l'acquisizione di nuove consapevolezze riservano risvolti inattesi sotto le lenzuola. E nonostante qualche ruga in più sul viso, la sessualità può diventare un'esperienza ancor più entusiasmante di quella vissuta durante la prima età adulta.

L'evoluzione della vita di coppia



Superata la soglia degli "anta", la relazione coniugale approda a un punto di svolta. Complice l'assenza di impegni lavorativi e familiari totalizzanti, si finisce col trascorrere molto più tempo insieme al proprio partner tra le mura domestiche. Una condizione che obbliga inevitabilmente a rivedere le abitudini individuali e a ridefinire gli spazi in casa.

Così, se prima ci si ritrovava a stento per la cena o per un rapido scambio di battute prima di andare a letto, durante la terza età è molto più probabile che la quotidianità sia scandita da attività in coppia. E se i battibecchi sono all'ordine del giorno - come del resto è normale che sia - la vera sfida è mantenere viva la passione.

Il sesso dopo i 60 anni



In questa fascia di età, il sesso evolve in nuove forme di piacere. A dispetto di luoghi comuni e tabù sui senior, dopo i 60 anni è ancora possibile abbandonarsi a qualche momento di intimità col proprio partner, magari in "modalità rivisitata". Considerando che il corpo potrebbe non essere più performante come un tempo, occorrerà adattarsi alla nuova condizione optando per uno scambio decisamente più soft. Pertanto, la sessualità potrebbe essere percepita non solo come una esperienza "meccanica", ma anche come una dimensione completamente nuova in cui i preliminari diventano imprescindibili dal contatto fisico. E allora, ampio spazio a baci intensi, agli sfioramenti e alle carezze sotto le lenzuola.

Il segreto per mantenere viva la passione



Non esiste la ricetta perfetta. Tuttavia, è possibile mantenere una buona intesa col proprio partner anche dopo lunghi anni di convivenza. Il segreto è accettare il cambiamento dei rispettivi corpi sperimentando, magari, nuovi modi di vivere la sessualità.

Dal punto di vista fisico, può aiutare una dieta equilibrata e la pratica di qualche sport. È risaputo, infatti, che l'allenamento aiuti non solo a mantenere una buona tonicità muscolare ma anche un livello discreto di benessere psico-fisico. Ma non è tutto. Essere sessualmente attivi dopo i 60 anni potrebbe ridurre i rischi di disturbi psichici, malattie cardiovascolari e tumori. Questo perché, specie durante la fase dei preliminari, l'organismo rilascia una serie di sostanze che contribuiscono a ridurre lo stress e a migliorare i livelli di serotonina nel sangue (il cosiddetto "ormone della felicità"). Insomma, i presupposti per garantire la longevità sessuale non mancano. Provare per credere.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti