Come realizzare i buoni propositi dell’anno nuovo

All’inizio di ogni anno ci si ritrova a stilare liste di nuovi propositi che durante i mesi a seguire vengono letteralmente dimenticati. Ecco i consigli degli esperti per realizzare concretamente i propri obiettivi

È appena cominciato il nuovo anno e ci si ritrova inevitabilmente a stilare liste di buoni propositi da concretizzare.

Peccato però che già a metà anno ci si dimentica di questa lista. Secondo gli esperti questo è un comportamento molto diffuso. Ecco perché essi sostengono vivamente che per avere più chance di realizzare i propri obiettivi, il primo passo è credere di poterci riuscire.

"La metà delle persone stabilisce buoni propositi a inizio anno ma solo 4 su dieci avranno successo", spiega alla Cnn John Norcross, professore di psicologia dell'Università di Scranton, in Pennsylvania, ma "chi crede in se stesso ha una probabilità 10 volte maggiore di farcela rispetto a chi non lo fa, a fronte di obiettivi e motivazioni comparabili". Il secondo consiglio è quello di stilare una lista di buoni propositi non troppo generica ma comprendente degli obiettivi specifici e realmente concretizzabili. Vale a dire che n bisogna puntare solo su un “generico mangerò più frutta” ma su un “specifico mangerò una mela al giorno a pranzo o merenda”.

Molto spesso le persone credono di essere motivate nel realizzare ciò che desiderano. In realtà il vero problema che è alla base della mancata realizzazione del proprio desiderio o obiettivo è una vera e propria mancanza di chiarezza. Bisogna inoltre evitare di puntare su cose ritenute “impossibili”. Ad esempio, se si è un amante della vita notturna, non bisogna decidere di correre ogni mattina prima del lavoro. È il consiglio della scrittrice statunitense Gretchen Rubin, nota per i suoi libri focalizzati sulle tematiche del cambiamento e della felicità.

Chi realizza efficacemente i propri obiettivi durante l’anno è chi crede maggiormente in se stesso. Secondo diversi studi psicologici, infatti, chi ha autostima ha maggiori probabilità di riuscita sia in campo professionale che a livello personale. Bisogna inevitabilmente avere fiducia in ciò che si è e si fa. Solo così si parte col piede giusto quando ci si definisce degli obiettivi da concretizzare. David Allan, editorial director di CNN Health consiglia di progettare un anno nuovo di 12 micro-risoluzioni mensili. Ogni mese si potrebbe eliminare o ridurre un comportamento sbagliato per rendersi conto che effetto ha nella propria esistenza o quotidianità.

Un buon proposito per il 2020 ritenuto molto stimolante è quello di decidere chi si vuol diventare. Per perseguire questo obiettivo, gli esperti consigliano di dimostrare prima di tutto a se stessi chi si vuol diventare. Ogni giorno bisognerebbe concretizzare piccole vittorie perché ogni piccolo successo ci conduce verso la persona che si vuol diventare e che è in coerenza con i propri ideali e valori.