Sanremo 2018

Sanremo 2018: tutto quello che ci aspetta

Ospiti, giuria, co-presentatori, anticipazioni e scaletta delle 5 serate

Sanremo 2018: tutto quello che ci aspetta

L'avete segnato in agenda? Domani sera scatta l'ora X, l'appuntamento più amato e più odiato dagli italiani: Sanremo 2018. La prima di cinque serate dedicate alla canzone italiana. Presentatore e direttore artistico Claudio Baglioni che già durante la presentazione ha ricordato di avere una laurea in architettura dunque, nell'eventualità di un fallimento, ritornerebbe al suo primo amore, quello per l'edilizia. Come diceva bene Chiambretti "comunque vada sarà un successo" anche se, replicare i numeroni degli ultimi anni Conti non è roba da poco.

Il capitano coraggioso Claudio però ha già incassato un bel colpo, un bel punto anzi, punti di Auditel a suo favore con la partecipazione di Fiorello che ha accettato il suo invito in diretta radio e che farà la sua comparsa durante la prima serata.

A fare da spalla al padrone di casa una novità ed una conferma. La novità è Pierfrancesco Favino, attore dal sorriso coinvolgente e molto amato dal pubblico femminile e la conferma, Michelle Hunziker che già nel 2007 ha co-condotto il Festival con Pippo Baudo. Una squadra inedita che vedremo presto che sinergia dimostrerà sul palco.

La scenografia futuristica di questa 68ma edizione si ispira ad 'una città del futuro' ed è realizzata da Emanuela Trixie Zitkowsky, alla regia una vecchia guardia Duccio Forzano, che ha già diretto le edizioni del 2010, 2011, del 2013 e del 2014. La giuria degli esperti è presieduta da Pino Donaggio e composta da Giovanni Allevi, Serena Autieri, Gabriele Muccino, Rocco Papaleo, Mirca Rosciani e Andrea Scanzi, un potpourri che è chiamato a giudicare i partecipanti a questa 68ma edizione. Il premio alla carriera di quest'anno sarà consegnato a Milva, attrice e cantante, soprannominata negli Anni '60 e '70 la 'Pantera di Goro' nella serata di venerdì. Mercoledì invece sarà la volta di Pippo Baudo che in quest'occasione celebra 50nni dall'esordio all'Ariston.

Durante la prima serata ci saranno le esibizioni dei 20 big in gara con brani più lunghi del solito di circa 4 minuti dunque l'esecuzione di tutti i campioni sarà un po' più lunga del solito, preparate caffè al ginseng per resistere fino alla fine e per assistere alla prima tornata di votazioni. La seconda serata invece è un mix tra i big, in tutto 10 e nuove proposte con 4 esibizioni e relative votazioni. Dopo l'esecuzione delle altre 4 nuove proposte e degli altri 10 big in gara verrà rivelata la classifica totale.

La quarta serata è quella dei duetti ed ogni interprete è chiamato a presentare il proprio brano con un diverso arrangiamento o con una esecuzione con una artista ospite. Niente cover quest'anno. Durante questa serata si esibiranno anche tutti gli 8 giovani e al termine sarà decretato il vincitore o la vincitrice delle nuove proposte 2018. L'ultima, la serata più attesa. Quella di sabato 10 vedrà come protagonisti nuovamente i big, si esibiranno tutti e 20 e a fine serata verrà proclamata la classifica con primo, secondo e terzo posto, come di consueto.

Arriviamo alla parte più succulenta, parliamo di ospiti. Dopo sua maestà Fiorello ci sono tante altre belle sorprese. Anche lei ospite nella prima serata Laura Pausini che torna sul palco dell'Ariston per festeggiare i 25 anni de La solitudine con cui trionfò nel 1993. Presente all'appello anche l'amico Gianni Morandi, poi Biagio Antonacci, Gianna Nannini, i Negramaro, e poi ancora il Volo, Piero Pelù, Francesco Renga, Max Pezzali, Nek, Giorgia e sembra proprio che ci saranno anche Gino Paoli e Danilo Rea con un omaggio a Umberto Bindi. Nessun super ospite hollywoodiano ma una coppia di leggende della musica Sting e James Taylor che si esibiranno insieme e Shaggy, anche lui in duetto con Sting.

Novità anche per il Dopo Festival condotto dall'attore e regista Edoardo Leo e dalla speaker e presentatrice

Carolina Di Domenico. A regalare un po' di sorrisi nel corso delle (tarde) serate ci saranno Sabrina Impacciatore e Rocco Tanica.

Si preannuncia una settimana lunga, molto, molto lunga.

Commenti