La maestra non toglie il burqa, vietato l'accesso alla scuola cattolica

È successo a un'insegnante musulmana a cui è stato impedito di entrare in visita in una scuola cattolica perché indossava il velo integrale. Il leader dei Tory ha detto nei giorni scorsi: «Non penso che si possa indossare il burqa da capo a piedi e essere una buona insegnante»

La Francia varerà presto una legge anti-burqa, in Inghilterra intanto il controverso velo integrale - per molti il simbolo della sottomissione femminile nel mondo islamico - divide nuovamente e ancora una volta di mezzo c'è il mondo della scuola. Un'insegnante musulmana ha rifiutato di levarsi il burqa e non ha ottenuto il permesso di entrare in una scuola cattolica inglese dove era in visita insieme ai suoi alunni, tra cui due allieve che hanno invece acconsentito a togliersi il velo.
L'insegnante e le due ragazze erano arrivate al St. Mary's College di Blackburn indossando il burqa ma, poiché secondo le regole dell'istituto non potevano entrare senza essere «identificabili», è stato ordinato loro di toglierlo. Le alunne hanno ceduto alla richiesta ma l'insegnante ha preferito andarsene.
L'episodio accade un giorno dopo le affermazioni del leader dell'opposizione, David Cameron, secondo cui sebbene le donne dovrebbero essere libere di indossare il velo, la vita in una scuola è una questione diversa. «Non penso che si possa indossare il burqa da capo a piedi e essere una buona insegnante - ha detto Cameron - Se le scuole vogliono regole per evitare che questo accada, il governo dovrebbe appoggiare questa scelta».
Di parere simile, come ha rivelato un sondaggio pubblicato dal Daily Express qualche giorno fa, è il 98% degli intervistati scelti sia tra musulmani che tra non musulmani, che ritiene che il burqa non abbia nessuna reale connotazione religiosa e rappresenti solo una forte limitazione alle opportunità lavorative e di vita delle donne.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti