Marcotulli: «Il mio jazz a Brescia, per l'Unicef»

Il 6 febbraio al teatro Grande "Omaggio a Truffaut", insieme alle note anche le immagini tratte dalle pellicole del celebre regista

Rita Marcotulli al teatro Grande di Brescia per l'Unicef. Il ricavato della serata jazz, il 6 febbraio alle 18, verrà devoluto al fondo per l'infanzia. La pianista, premiata al festival di Venezia per la colonna sonora di Basilicata "Coast to coast" presenterà il suo "Omaggio a Truffaut" con una band di "numeri uno": Javier Girotto al sassofono, Luciano Biondini alla fisarmonica, Michel Benita al contrabbasso, Aurora Barbatelli all'arpa celtica, Roberto Gatto alla batteria. La nostalgia dell'infanzia, la vocazione alla fuga, il rispetto della timidezza, l'ambiguità dell'amore, il senso della vita che scorre, il conflitto fra innocenza ed esperienza. Questi temi, cari alla filmografia di François Truffaut, saranno al centro di una "prima" di Jazz a Brescia. Un concerto-spettacolo durante il quale, alle note si aggiungono immagini tratte da pellicole del celebre regista/attore francese, creando atmosfere ancora più coinvolgenti e ricche di pathos.
Grazie agli sponsor, Ubi Leasing, Bialetti e Biolage/Biokalé, e grazie alla collaborazione del Teatro, l'intero incasso del concerto sarà interamente devoluto all'Unicef. L'evento ha il patrocinio dell'assessorato alla Cultura del Comune di Brescia.
"Abbiamo scelto Rita Marcotulli - spiega Matilde Brescianini, organizzatrice dell'evento - perché è la numero uno, perché la sua è una band di numeri uno, perché i sentimenti trattati dal suo 'Omaggio a Truffaut', collegati all'infanzia, al ricordo, all'innocenza, sono l'ideale per dedicare questo evento all'Unicef. Il Jazz inoltre è sinonimo di libertà, di istinto, di improvvisazione, anche di incoscienza". La Marcotulli ha aggiunto che "l'improvvisazione tipica del Jazz ha molto a che fare con la memoria, con ciò che ha nutrito, nel tempo, la nostra sensibilità, i nostri sentimenti, le nostre emozioni e i nostri pensieri, stratificandosi nella coscienza. Il senso di questo progetto è appunto quello di cercare di tradurre in musica le emozioni e le idee che stanno dietro a quelle immagini, e a quei contenuti». Il concerto sarà il 6 febbraio alle 18 al teatro Grande di Brescia. Prevendita biglietti: Medulla Concept Store (poltrone platea e d'orchestra) Tresanda San Nicola 1/bis (Brescia tel: 030.2943829) medulla.info@gmail.com oppure biglietteria del teatro Grande, corso Zanardelli, 9b (BS) tel: 030 2979333