Milanesi grassi, in 44 ristoranti arriva il menù di lunga vita

Piatti salutari serviti con tanto di certificato sui valori nutrizionali degli ingredienti e sull’apporto calorico. I milanesi potranno dire in tutta tranquillità che sanno esattamente cosa mangiano. Con una promessa: quello servito in tavola è un «menù di lunga vita». Così il Comune di Milano e un gruppo di ristoranti della città hanno deciso di promuovere anche nei locali l’educazione a un’alimentazione sana.
Dal primo aprile, 44 cucine della città proporranno infatti tra le proprie suggestioni gastronomiche anche 16 ricette (quattro primi, quattro secondi, quattro contorni e quattro dessert) che sanno conciliare il gusto con le rigorose indicazioni del dietologo. Se dagli ingredienti è pressochè bandita la carne, la fanno invece da padrone le verdure di stagione. Anche chi è rigorosamente a dieta, potrà concedersi una cena fuori.I menù di lunga vita sono stati concepiti in base ai cinque colori del benessere (rosso, giallo, verde, viola e bianco) che rappresentano le principali tonalità cromatiche dell’ortofrutta e saranno differenziati tra 16 piatti per la primavera e l’estate e altri 16 per l’autunno e l’inverno. Tutte le ricette base saranno scaricabili da internet per provare anche a casa quanto gustato al ristorante.
«Noi siamo quello che mangiamo - ha affermato l’assessore milanese alla Salute, Giampaolo Landi Di Chiavenna, che ha patrocinato l’iniziativa - ed è quindi importante educare ed educarsi a una corretta alimentazione. A Milano ammonta a 600 milioni di euro l’anno l’impatto per l’ospedalizzazione e le cure mediche per sovrappeso, obesità e malattie correlate che spesso sono dovute al nostro stile di vita».
E l’obesità, anche tra i bambini, è una delle principali cause di problemi sanitari. Ora anche al ristorante potremo conciliare gola e coscienza, ben consapevoli di quanto ci fa bene o male quello che ordiniamo.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...