"Abusivi ci succhiano la corrente": la denuncia degli inquilini Aler

Allacciamenti abusivi e black out. Gli abitanti delle palazzine Aler al quartiere Gallaratese sono stanchi: "Le bollette sono salite alle stelle"

"Abusivi ci succhiano la corrente": la denuncia degli inquilini Aler

"Le bollette sono salite alle stelle: a marzo ho dovuto pagare 118 euro, a maggio addirittura 210. Entro il 16 luglio dovrò versare 133 euro. La somma è di 461 euro, una cifra spropositata. Io vivo con meno di 700 euro al mese". A sfogarsi con il Giorno è Vincenzo Bracci, pensionato di 79 anni invalido al cento per cento che vive in via Bolla 38 a Milano, in una delle palazzine del complesso Aler al quartiere Gallaratese. Lì, dei 244 alloggi, 80 sono occupati illegalmente.

Gli abitanti del complesso credono che l'alto costo delle bollette si dovuto agli occupanti abusivi che "succhiano" la corrente direttamente dai contatori. "Dal 14 novembre al 6 febbraio sono stato ricoverato in ospedale, di conseguenza non ero in casa, eppure mi è arrivata una bolletta di 118 euro", ha continuato l'uomo. E oltre a questo grave problema, ci sono i continui balck out.

I residenti hanno chiesto aiuto alle forze dell'ordine che, nel locale contatori, hanno trovato la porta blindata rotta e i cavi tenuti insieme con lo scotch. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici di Unareti: accertate le anomalie, gli inquilini potranno denunciare il furto di energia elettrica, cosa che però hanno dichiarato di aver già fatto.

Anche i reponsabili dell'Aler hanno intanto effettuato un primo sopralluogo.

Commenti