Allarme rosso per il Primo Maggio Il corteo minaccia la porta di Expo

Meno quattro. Mancano solo quattro giorni al Primo maggio che quest'anno a Milano significa meno 365 gironi all'apertura di Expo e appuntamento di centri sociali e comitati per la tradizionale manifestazione, la Mayday Parade. Garantita la battagliera presenza di No Tav, No expo, No canal e i centri sociali di Milano e hinterland.
Se abitualmente la manifestazione del Primo Maggio, organizzata da movimenti e centri sociali, è considerata da bollino rosso da questura e prefettura, quest'anno lo sarà ancora di più. Gli organizzatori hanno pensato in grande: non si limiteranno a sfilare nel pomeriggio, ma si incontreranno per tre giorni «per fare il punto e organizzare la volata finale di opposizione ad Expo 2015: 12 mesi all'apertura dei cancelli, 12 mesi in cui continuare ad inceppare il meccanismo del grande evento».
A testimoniare il clima che si respira in città intorno a Expo il fatto che gli operai si rechino al cantiere delle vie d'acqua, assediato dai movimenti, sotto scorta, come in Val Susa. Durante la manifestazione del 25 aprile il sindaco è stato pesantemente contestato dai No Canal.

Commenti