Via alla campagna europea: Forza Italia «incorona» Toti

Sala strapiena in via Corridoni: mille persone e posti in piedi. È il lancio della campagna elettorale di Forza Italia per le amministrative e le Europee. I big del partito, compatti, incoronano Giovanni Toti, il consigliere di Berlusconi che sarà capolista. Lui sfodera ottimismo sui risultati del partito: «Vogliamo trasformare il 25 maggio 2014 nella replica del 27 marzo 1994. Abbiamo concluso i primi 20 anni e ne iniziano altri venti. Siamo stati troppo timidi con l'Europa e con i nostri alleati. Penso a certi cespuglietti che si limitano a dire euro sì o euro no». Ma il problema è più complesso: «Chi decide le politiche della Banca centrale? Chi decide se aiutare con un po' di inflazione i Paesi del Mediterraneo?». Si è parlato di Marina, Piersilvio o Barbara Berlusconi come eurocandidati. Toti esclude: «Non credo. L'ha smentito il presidente, l'ha smentito la famiglia. Darei il capitolo decisamente per chiuso». Gag di Mantovani: «Toti, tu sai che ho l'ordine di votarti e per questo sarai il primo nel Nordovest». Toti sta al gioco: «Speravo lo facessi convintamente». E Mantovani: «Più convinto di così...». Risate.

Commenti