Chioschi, movida e 160 sdraio Piazza Castello come Riccione

Sdraio, chioschi e aperture serali del parco. Sono alcuni degli elementi che caratterizzeranno la nuova piazza Castello, secondo il progetto di «pedonalizzazione reversibile» presentato dalla giunta arancione. Il Comune vuole infatti creare dal primo maggio una nuova isola pedonale che collegherà la zona dell'Arco della Pace a Foro Bonaparte. E per potenziarne gli effetti, gli arancioni vogliono prolungare l'orario di apertura del parco. Una decina di baracchini, di cui cinque dedicati al cibo, che da settembre avranno a disposizione tavoli e sedie «di pregio». Tre wc pubblici e 160 sdraio con nno i colori delle nazioni partecipanti a Expo e in libera fruizione. Dissuasori e fioriere quadrangolari serviranno l'area, mentre una pavimentazione temporanea la renderà più caratteristica. Dalla Sovrintendenza però arrivano i primi dubbi: «Non ho ancora visto il progetto – dice Artioli – ma ci sono alcune criticità di cui tenere conto come l'ipotesi dei baracchini e delle sdraio su cui potrò esprimermi meglio una volta viste le carte». Un bon ton che lascia intendere i sottintesi. I residenti invece sono già sul piede di guerra.

Commenti