A Lodi cancellate le regole per l'accesso ai pasti dei piccoli stranieri

A Lodi cancellate le regole per l'accesso ai pasti dei piccoli stranieri

Il Comune di Lodi ha cancellato le modifiche al regolamento che rendevano più difficile ai cittadini extra comunitari accedere ai servizi agevolati, come la mensa scolastica e lo scuolabus. L'Amministrazione guidata dal sindaco leghista Sara Casanova (nella foto) si adegua così alla decisione del Tribunale di Milano. «Con una votazione terminata all'alba di stamattina (ieri, ndr), alle 4.55, il Consiglio comunale di Lodi ha dato adempimento all'ordine del Tribunale di Milano e azzerato le modifiche al regolamento che imponevano ai cittadini stranieri la presentazione di documentazione aggiuntiva dei Paesi di origine per accedere alle tariffe agevolate per le prestazioni sociali», spiegano le associazioni che hanno seguito la vicenda legale, il Coordinamento Uguali doveri, Asgi e Naga. Le modifiche agli articoli 8 e 17, che erano state introdotte nell'ottobre 2017, sono state integralmente cancellate e la situazione è quindi tornata a essere quella che era precedentemente: ogni cittadino di Lodi potrà accedere alle tariffe sulla base del proprio Isee e italiani e stranieri devono rispondere alle stesse condizioni per godere delle agevolazioni. Ci dispiace, continuano le associazioni, che il Comune «abbia deliberato di proporre appello, procrastinando così di anni la formale chiusura della vicenda».

Commenti