Fiera Milano, in arrivo il nuovo ad: la Fondazione indica il manager Luca Palermo

Avviata la procedura per sostituire Fabrizio Curci alla guida della più importante fiera italiana. Il 2 ottobre l'assemblea degli azionisti

È quello di Luca Palermo il nome del manager indicato da Fondazione Fiera Milano per ricoprire la carica di nuovo amministratore delegato di Fiera Milano. Ad di Edenred Italia, la società protagonista nel settore dei buoni pasto e del welfare aziendale, in precedenza ceo di Nexive e di Logista, Luca Palermo, nato nel 1970 a Ivrea, è laureato in Economia e Commercio all’Università di Pavia, ha conseguito un Master in Strategia e si è quindi specializzato in General management all’Harvard Business School.

In una nota Fiera Milano Spa “informa che, in data odierna, la documentazione presentata dall’Azionista Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano (Fondazione Fiera Milano ndr) relativa alla nomina di un Consigliere di Amministrazione prevista in occasione dell’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti del 2 ottobre prossimo, è stata messa a disposizione del pubblico presso la Sede legale e la Sede operativa e amministrativa della Società”.

“Si segnala che il nominativo indicato da Fondazione è stato individuato nell’ambito di una lista ristretta di candidati selezionati da Fiera Milano, nell’ambito del piano di successione implementato dalla Società a seguito delle dimissioni del precedente amministratore delegato”. La documentazione si può consultare sul sito internet www.fieramilano.it, nella sezione Investitori/Governance/Assemblea degli Azionisti e su www.emarketstorage.com.

L’indicazione del nuovo ad di era attesa dopo le dimissioni di Fabrizio Curci a metà del giugno scorso e avviene in momento importante per Fiera Milano che ha riaperto i padiglioni espositivi alle aziende e al pubblico professionale a settembre con una serie di manifestazione che ne hanno segnato la ripartenza, in particolare con #stronghertogheter l’iniziativa che ha riunito il mondo della moda e dell’accessorio che ha fatto squadra con Micam, Mipel, The One Milano, Homi Fashion&Jewel, LineaPelle.

È così tornato l’incontro business-to-business nei padiglioni che sono il luogo più importante dell’incontro tra domanda e offerta, di relazione tra filiere, hub di sviluppo e di innovazione, “motore” dell’export e di promozione del Made in Italy a sostegno, in particolare delle Pmi e della politica industriale.

Le oltre 50 manifestazioni ospitate nel 2019 in Fiera Milano Fiera Milano spiegano bene il suo ruolo: quasi 25.000 espositori e 4 milioni di visitatori - italiani e stranieri - hanno generato, per le sole aziende espositrici italiane, ricavi per 46,5 miliardi di euro. Il contributo totale al Pil generato dalle “vendite fieristiche” è 53,7 miliardi di euro, equivalente al 3% del PIL nel 2019, quello dell’export 17,5 miliardi di euro.

Con la ripartenza sta cambiando il modello fieristico, perché a quello fisico - che si svolge in sicurezza - si sta affiancando anche quello digitale e la sfida della competitività si gioca sul piano della tecnologia, della sostenibilità e soprattutto dell’internazionalizzazione. Nuove sfide che Fiera Milano, nei suoi 100 anni storia, ha sempre dimostrato di avere la capacità di affrontare e vincere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.