Oh Bej e Prima alla Scala via alla settimana critica per ordine e sicurezza

Dopo l'attentato di Londra allerta massima fino al corteo del 12 per piazza Fontana

Da oggi a giovedì 12 sarà una settimana di guardia alta sul fronte della sicurezza. Con gli Oh Bej!, la Prima della Scala e fino al cinquantennale della strage di piazza Fontana le forze dell'ordine saranno impegnate al massimo. Accade ogni anno e il dispositivo in campo sarà quello collaudato. Con la differenza che quest'anno la serie di giornate a rischio consecutive è più lunga. Si aggiungono il fattore affollamento in molte zone cittadine per il fine settimana di Sant'Ambrogio e dell'Immacolata e l'allerta dopo l'attentato di Londra.

Oggi si parte con la fiera degli Oh Bej! Oh Bej! allestita fino a domenica al Castello Sforzesco e aperta dalle 8.30 alle 21. Saranno presenti 379 espositori e si attendono almeno 400mila visitatori. «Numeri che al momento - spiega l'assessore al Commercio Cristina Tajani - impediscono di pensare a location alternative capaci di garantire non solo gli spazi ma soprattutto i parametri di sicurezza necessari per vivere al meglio l'appuntamento che da tradizione anticipa le festività natalizie dei milanesi. Con il Municipio 1 abbiamo però aperto un tavolo di lavoro per costruire un appuntamento filologicamente coerente con la zona Sant'Ambrogio, che colleghi idealmente passato e futuro, con un numero molto ristretto di operatori. Una ipotesi questa percorribile solo al termine dei cantieri M4 che attualmente coinvolgono la zona». Negli stessi giorni sul cavalcavia Bussa, che collega la stazione Garibaldi con l'Isola ci saranno le 80 bancarelle della fiera «Alter Bej!».

Per la Prima di sabato Digos e Nucleo informativo dei carabinieri monitorano le attese contestazioni del Cantiere e dei Cub fuori dalla Scala. In teatro è atteso anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un appuntamento non tradizionale, e che può nascondere insidie, è invece il corteo che martedì passerà in Galleria organizzato dall'Anci in onore di Liliana Segre. Hanno annunciato la presenza 400 sindaci. Lo stesso giorno tra l'altro si gioca Inter-Barcellona.

Mattarella parteciperà inoltre alla commemorazione in piazza Fontana il 12. Anche qui le misure di sicurezza saranno elevate. Ieri in Prefettura si è tenuta una nuova riunione del Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico presieduto da Renato Saccone (un'altra è in programma per l'11, si discuterà più in dettaglio delle festività natalizie). Erano invitati i presidenti di tutti i Municipi, oltre all'assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo per Palazzo Marino. I rappresentanti delle zone hanno segnalato le esigenze e i problemi del proprio quartiere, che saranno alla base della programmazione del prefetto per il prossimo anno. «Le nostre richieste - spiega il presidente del Municipio 2 Samuele Piscina - sono quelle dei cittadini. Ci auguriamo che alle parole seguano i fatti. Ci è stata assicurata la massima attenzione». Per quanto riguarda il proprio Municipio, ad esempio, Piscina ha esposto la questione degli stabili occupati dai centri sociali: «È dal 2016 che da noi non viene effettuato alcuno sgombero». Oltre ai minimarket di via Padova che vendono alcolici ai minorenni e anche dopo mezzanotte violando le leggi e ai numerosi senzatetto che dormono nei sottopassi della Centrale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.