Pesta il marito e gli spacca addosso il manico di una scopa: arrestato 34enne al Giambellino

La coppia si era sposata nel 2018 all'interno del carcere di Bollate, dove entrambi erano detenuti. L'accusa per l'uomo è quella di maltrattamenti in famiglia nei confronti del compagno

Pesta il marito e gli spacca addosso il manico di una scopa: arrestato 34enne al Giambellino

Del marito era sempre stato geloso, dal momento stesso in cui aveva deciso di sposarlo nel 2018. E, in queste ore, all'ennesima discussione, probabilmente innescata da motivi di gelosia, lo avrebbe colpito con rabbia e violenza, spaccandogli sulla schiena una mazza di legno prima di chiuderlo all'interno del bagno, nel loro appartamento. È accaduto in queste ore, in un condominio in zona Giambellino, a Milano, dove un uomo è stato arrestato dalla polizia nel cuore della notte per aver colpito il compagno.

L'arresto del responsabile

Secondo quanto riportato da Milano Today, ad avvertire gli agenti sarebbe stata una vicina che, intorno alle 3 di notte di giovedì, avrebbe sentito i rumori. Il responsabile è un uomo di 34 anni, con numerosi precedenti alle spalle che è stato portato via dalla sua abitazione, in manette, all'alba di ieri mattina, nonostante i suoi tentativi di deviare le forze dell'ordine. L'accusa, per lui, è di maltrattamenti in famiglia nei confronti di suo marito, un 33enne sposato con rito civile l'anno scorso all'interno del carcere di Bollate, dove entrambi si trovavano.

La segnalazione della vicina

La polizia sarebbe stata avvertita alle 3 della notte tra giovedì e venerdì da una signora residente nello stesso palazzo della coppia. La donna, infatti, avrebbe chiamato il 112 per segnalare le urla che sentiva provenire dall'abitazione dei due uomini. All'interno del condominio del Giambellino, a quel punto, sono intervenute tre volanti della questura di Milano. A quel punto, il 34enne, quando ormai gli agenti erano alla sua porta, avrebbe lasciato uscire il marito dal bagno, avrebbe aperto e gli avrebbe chiesto di spostarsi in camera da letto.

I segni della violenza

Ma gli agenti di polizia, una volta visto il corpo della vittima, avrebbero notato le ferite per i colpi ricevuti. A terra poi, appoggiato al pavimento, c'era un manico di scopa spezzato, che è stato poi sequestrato dalle forze dell'ordine. La vittima, ascoltata dagli agenti, ha poi raccontato di essere stato aggredito dal compagno dopo una lite per gelosia e di essere stato pestato proprio con il bastone.

Altri episodi di violenza

Secondo quanto ricostruito dal quotidiano, l'episodio tra i due non sarebbe nemmeno stato il primo. Da quando entrambi i coniugi sono tornati in libertà, infatti, ci sarebbero stati almeno altri cinque interventi della polizia all'interno del loro appartamento, per discussioni e litigi simili. A inizio anno, infatti, il 33enne era finito in ospedale (poi dimesso con dieci giorni di prognosi) e il marito era stato denunciato per percosse e subito dopo era arrivato un ammonimento del questore. Dopo il fatto di ieri, il 34enne è tornato in un penitenziario e ora si trova all'interno del carcere di San Vittore.

Commenti