Cronaca locale

Pressing per i rimborsi Atm e la mappa contagi in città

Il Consiglio si riunisce domani in streaming, apre Sala M5s: controlli affidati a chi ha reddito di cittadinanza

Pressing per i rimborsi Atm e la mappa contagi in città

Prima seduta nella storia di Palazzo Marino in videoconferenza, un primato di cui si sarebbe fatto volentieri a meno. Il Consiglio comunale si riunisce domani a distanza, modalità «Teams Group», aula vuota e politici collegati da casa o dall'ufficio. Non c'erano le condizioni per convocare la riunione in aula a distanza di sicurezza sanitaria, «il pubblico potrà seguire come sempre la diretta in streaming sul sito del Comune» assicura il presidente Lamberto Bertolè. Appello alle 16, poi la seduta dedicata all'emergenza Covid-19 sarà aperta da una relazione del sindaco Beppe Sala. Seguirà il dibattito di 2 ore contingentato secondo il peso dei partiti (dai 22 minuti a disposizione del Pd ai 7 del gruppo misto). E ieri a mezzogiorno è scaduto il tempo per presentare mozioni e ordini del giorno (un testo per gruppo) che saranno messi ai voti a fine dibattito. La Lega chiede al sindaco di estendere di 2 mesi la validità degli abbonamenti Atm, abbassare Irpef e Cosap ai minimi di legge, intervenire su A2a cancellando o mitigando le voci in bolletta che non riguardano gli effettivi consumi. «Sala dice che è il momento di prendersi cura dei milanesi? Inizi a rispondere alle proposte costruttive della Lega» sfida il capogruppo Alessandro Morelli. Su rimborsi e proroga degli abbonamenti Atm non utilizzati l'assessore alla Mobilità Marco Granelli sta già lavorando, in accordo con Agenzia di bacino, Regione e governo, il «quanto» dipenderà dalle risorse che lo Stato metterà sul fondo per i trasporti locali. Per la «fase 1» ancora in corso l'odg di Forza Italia (primi firmatari Fabrizio De Pasquale e Alessandro De Chirico) chiede al Comune di acquistare mascherine e disinfettante per vigili, dipendenti agli sportelli, inquilini Erp, operatori Amsa, Atm, Sogemi, di sospendere la metropolitana alle 20 e usare gli ausiliari della sosta per regolare l'accesso ai mezzi, chiudere con ordinanza tutti i centri massaggi fino a settembre. Segue un elenco di 14 proposte per il sostegno e rilancio dell'economia, tra cui dilazione e riduzione della Tari in base ai mesi di chiusura per esercizi, ristoranti, hotel, sospensione di Area B e C per gli over 65, stop tassa di soggiorno fino ad agosto, un fondo per esercizi che adottano subito interventi di distanziamento nei dehor. E Fi invita il sindaco a farsi promotore con il governo dell'istituzione di una «zona economica speciale» a Milano. La maggioranza (Pd, Milano Progressista, Alleanza civica) presenta un testo unico con misure urgenti da chiedere al governo per garantire gli equilibri di Bilancio: «sbloccare» il Fondo crediti di dubbia esigibilità per il 2021 e 2022 riportando al 60% la percentuale dell'accantonamento, congelare il contributo del Comune al fondo di solidarietà, creare un fondo a sostegno dei costi provocati dalla pandemia e per la graduale ripartenza della città. E chiedono che Milano partecipi alla progettazione della «fase 2».

Tra le richieste dei 5 Stelle: mappatura dei contagi quartiere per quartiere sul modello di New York, per concentrare meglio controlli e servizi di supporto; segnaletica orizzontale sui mezzi che indichi la distanza minima da tenere; utilizzare chi percepisce il Reddito di cittadinanza in lavori utili nelle prossime fasi, come il controllo della temperatura con termoscanner agli ingressi delle metropolitane. Basilio Rizzo (Milano in Comune) chiede un «Bilancio speciale per l'emergenza Covid-19», autonomo e in cui rientrino le donazioni.

Commenti