Sgominata baby gang, 5 minorenni arrestati per rapina

Si tratta di quattro ragazzi e una ragazza, accusati di diverse rapine commesse nella zona est di Milano

Sgominata baby gang, 5 minorenni arrestati per rapina

Sono stati arrestati a Milano cinque minorenni, quattro ragazzi e una ragazza, componenti di una baby gang. Il gruppetto è accusato di essere responsabile di diverse rapine commesse nella zona est di Milano, e in particolar modo dalle parti di Lambrate, Città Studi e Monforte, soprattutto in orari serali o notturni. Da qualche tempo i residenti in zona erano preoccupati e allarmati da continue aggressioni nei confronti di passanti o studenti che frequentano il Politecnico di Milano. Le indagini da parte degli investigatori sono partite in particolare da due rapine avvenute entrambe nella notte tra il 3 e il 4 gennaio in Piazza Leonardo da Vinci.

Arrestata la baby gang

L’indagine, approfondita e rapida, ha portato all’identificazione certa di alcuni componenti della gang, considerata un gruppo criminale stabile e consolidato nel tempo. Gli agenti sono stati capaci di individuare il ruolo di ogni componente, i compiti che questi avevano all’interno dalla banda e il modus operandi del gruppetto. L’esito dell’indagine è stato quindi comunicato alla procura dei minorenni, che ha condiviso in toto l'impianto accusatorio, le fonti di prova acquisite e anche i gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati. Tra questi è emersa preponderante la figura di cinque minorenni, nei confronti dei quali il giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni di Milano, lo scorso 7 febbraio, ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’unica ragazza e uno dei ragazzi sono già detenuti presso l’istituto di pena minorile, sempre per condotte di rapina e altri reati contro la persona e il patrimonio. La coppia è stata arrestata in quanto già destinataria di ordine di esecuzione della misura dell'aggravamento della misura cautelare, con applicazione della custodia in carcere per 30 giorni, in relazione ad altri procedimenti.

Aggressioni verbali e fisiche

Nella mattinata di oggi, domenica 13 febbraio, anche gli altri tre giovani sono stati rintracciati nelle loro abitazioni. Due di loro verranno trasferiti in un istituto di pena minorile mentre il terzo sarà invece portato in comunità. I fatti addebitati ai minorenni sono gravi: gli indagati avrebbero infatti posto in essere reati predatori, commessi in gruppo, con violenza alla persona in modo reiterato e con spregiudicatezza. Dalle indagini è emersa pure una spiccata propensione dei giovani all'utilizzo dell'aggressività, non solo verbale ma anche fisica, nel contesto di atti di prevaricazione gratuiti, creati per motivi poco importanti e finalizzati alla commissione di sistematiche rapine. Quattro dei ragazzi arrestati risultano gravati da alcune segnalazioni per reati della stessa natura di quelli per cui è stata emessa e applicata l’ordinanza.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti