Tenta di forzare il posto di blocco Arrestato dopo una sparatoriaA Rodano

Bloccato da tre equipaggi dei carabinieri dopo un lungo inseguimento, lo spacciatore marocchino ha finto di arrendersi, poi ha tentato di investire, ferendoli lievemente. Sono partiti due colpi di pistola, uno ha ferito alle gambe lo straniero che però non s'è dato per vinto e ha cercato ancora di scappare a piedi venendo infine immobilizzato dopo una furiosa colluttazione. Il nordafricano, 36 anni, regolare ma pregiudicato, era stato intercettato alle 20.30 a Rodano nel corso di un normale controllo. Invece di fermarsi ha però tirato dritto, scatenando una sorta di caccia all'uomo. Nel corso della fuga ha gettato «qualcosa» dal finestrino, recuperata più tardi dai carabinieri: 2 involucri contenenti 2 etti e mezzo di cocaina. Nel frattempo intervenivano altri due equipaggi che, messe le auto di traverso sulla strada, hanno fermato la fuga del marocchino. Che però non si è dato per vinto, prima ha finto di arrendersi poi è ripartito di scatto colpendo i due militari che si stavano avvicinando alla macchina. Uno di loro ha lasciato partire un paio di colpi di pistola e un proiettile ha trapassato entrambe le gambe del fuggitivo. Il marocchino, sceso dalla vettura, ha tentato la fuga a piedi venendo però immobilizzato una volta per tutte.

Commenti