Un viaggio in foto sul «Corpus» di Paolo Topy

Michele Vanossi

Fino al 29 giugno sarà visitabile presso Area35 Art Gallery di Milano la personale di Paolo Topy «Corpus» curata da Yves Peltier. Le 21 opere fotografiche realizzate tra il 2012 e il 2018 (Mohamed, Cerise de Printemps, Dress, Cotton-bud, Les Mégères, Beach, Workers, Theater, Goodbye, Pain, Goodbye, Soap Opera, Without) esprimono la relazione particolare che l'artista intrattiene con il corpo. La visita della mostra offre la possibilità di soffermarsi sul rapporto costante e spesso inquietante che l'arte intrattiene da sempre col corpo che contribuisce a rivelare e interrogare.

Paolo Topy pone al centro della sua riflessione anche la nostra maniera di relazionarci ad esso ma anche sul nostro modo di rapportarci agli altri, a coloro con cui lo condividiamo. La sua opera si articola intorno ad una certa idea della banalità che diventa un elemento essenziale della sua elaborazione artistica. La banalità è da lui interpretata come la sola garante dell'autenticità, necessaria affinché lo spettatore possa cogliere la realtà dei fenomeni che egli intende analizzare e rivelare con acuità e precisione. Questo principio costituisce la premessa alla base della sua attività. Al cuore della sua riflessione l'essere umano e il suo rapporto al mondo, così come i disfunzionamenti della nostra società.

Area 35 Galleria d'Arte Contemporanea via Vigevano 35 (zona porta Genova). Orari: mart.-ven. 15,30-19,30; la mattina e il sabato su appuntamento (info@area35artgallery.com telefono: 339/3916899 - www.area35artgallery.com/).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.