Vigili del fuoco accerchiati e presi a bottigliate: spunta il video choc

Le immagini del vile gesto da parte dei ragazzi del centro sociale. Ira di Matteo Salvini: "La speranza è che, almeno stavolta, i colpevoli finiscano in galera"

C'è ancora grande rabbia per l'orrendo gesto messo in atto da alcuni esponenti del centro sociale Cuore in gola, che hanno accerchiato e preso a bottigliate i vigili del fuoco mentre stavano tentando di spegnere un incendio all'angolo tra via Gola e via Pichi nella notte di Capodanno. Si tratta ormai di una vera e propria tradizione, un rituale che si ripete puntualmente per inaugurare il nuovo anno. Nella notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio alla centralina dei pompieri sono arrivate molteplici chiamate da parte dei residenti della zona. Roghi di mobili, cartacce e immondizia al centro dell'incrocio: regnava il degrado assoluto. Il tutto per poi urlare in gruppo mentre si appiccano le fiamme, così come si apprende da alcuni video diffusi sui social.

Ora è comparso un video che testimonia gli attimi dell'episodio: nelle immagini si vede un operatore che cerca di domare l'incendio, mentre alcuni ragazzi si prendono gioco delle forze dell'ordine intervenute sul posto. Su Facebook è stato raccontato l'accaduto: "Ci hanno accerchiato. Tirato bottiglie e rubato le chiavi dell’autopompa, non permettendoci di fare il nostro lavoro. Solo l’intervento delle volanti della polizia e una botte a supporto ci ha permesso di spegnere l'incendio di rifiuti buttati in mezzo alla strada subito dopo la mezzanotte".

"Colpevoli vadano in galera"

Duro l'intervento di Matteo Salvini: "Accerchiati e assaliti a colpi di bottiglie, mentre cercavano di spegnere un incendio a Milano. Anno nuovo, i soliti vecchi idioti dei centri sociali, stavolta contro i vigili del fuoco!". Il leader della Lega ha concluso: "Solidarietà ai lavoratori aggrediti e la speranza, almeno stavolta, che i colpevoli finiscano in galera".

L'episodio ha fatto riaccendere le polemiche sorte già in precedenza sulla presenza di Cuore in Gola in un'area dei Navigli: Riccardo De Corato e Stefano Bolognini, gli assessori regionali a Sicurezza e Politiche abitative, ne hanno chiesto lo sgombero immediato. I vandali quella notte hanno colpito anche altre zone della città: hanno preso d'assalto i cestini della Biblioteca degli alberi a Porta Nuova e una cassetta postale a Gorla, frantumata in seguito all'esplosione di un petardo lanciato all'interno. Fabiola Minoletti, vicepresidente del Coordinamento dei comitati milanes, ha fatto sapere: "Numerose sono state le segnalazioni giunte dai cittadini nei diversi quartieri di piccoli incendi e di botti sopra le righe".

Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 02/01/2020 - 13:55

I centri sociali sono covi di delinquenza altamente pericolosi e sponsorizzati dalle 4 sinistre proprio per quello.

Malacappa

Gio, 02/01/2020 - 13:59

Sono d'accordo col capitano speriamo che marciscano in galera

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 02/01/2020 - 14:00

farei a loro altrettanto......

carpa1

Gio, 02/01/2020 - 14:17

Ma questa è proprio quella via Gola in cui, abitando in zona ticinese a due passi da lì, ci potevo andare 60 anni fa, con la ragazza a sederci sulle panchine, anche a mezzanotte, senza che nessuno ci venisse a rompere le balle? Direi che cartograficamente sia proprio quella, per il resto è irriconoscibile da come l'hanno ridotta le sinistre; per non parlare delle limitrofe vie dell'alzaia dei navigli dove la movida, tanto cara ai sinistri sindaci della riconvertita Milano, ha fatto il resto. UNO SCHIFO CHE PURTROPPO SI RIPETE IN TANTE ALTRE CITTA' DI QUESTO DISASTRATO PAESE.

27Adriano

Gio, 02/01/2020 - 14:54

Ringraziamo il sindaco di milano e tutti gli inutili scaldasedie rossi togati che girano nei tribunali a spese degli Italiani!!

effecal

Gio, 02/01/2020 - 15:07

questi sono i protetti della sinistra radical chic.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 02/01/2020 - 15:24

ANTAGONISTI DI COSA ?????

Ritratto di sepen

sepen

Gio, 02/01/2020 - 15:25

Paese normale: 1) I facinorosi provocano 2) Le forze dell'ordine prima li menano poi li arrestano 3) I giudici li spediscono in prigione 4) I politici si smarcano da primi e solidarizzano coi secondi Italia: 1) I facinorosi spaccano tutto 2) I poliziotti stanno a guardare (se va bene, se no vengono menati a loro volta) 3) I giudici, nei pochi casi in cui sono chiamati in causa, assolvono 4) I politici, se hanno pudore, stanno zitti, se no stanno coi primi. Di cosa ci stupiamo ancora?

Ilsabbatico

Gio, 02/01/2020 - 15:33

L'ho detto ieri...questi sono dementi criminali. GALERA e ripaghi pure i danni.

Giorgio5819

Gio, 02/01/2020 - 20:57

La mer.a comunista ha sempre la licenza per delinquere....