Abbattuti due caccia ucraini nell'area dell'MH17 malese

Rientrate in Olanda le prime 40 salme delle vittime del Boeing abbattuto. Kiev: missili che hanno abbattuto i caccia sparati da territorio russo

Le prime salme del Boeing abbattuto rientrano in Olanda
Le prime salme del Boeing abbattuto rientrano in Olanda

Due aerei militari che trasportano le prime 40 salme delle vittime dell’aereo malese abbattuto in Ucraina sono atterrati all’aeroporto militare di Eindhoven (Olanda). I due velivoli, uno australiano e uno olandese, sono atterrati e si sono fermati davanti alle autorità schierate sulla pista. Il re Guglielmo Alessandro e la regina, il premier Mark Rutte, il vicepremier e tutti i ministri, assieme ai rappresentanti di 17 Stati che hanno riportato vittime, hanno osservato un minuto di silenzio davanti ai due velivoli militari che hanno trasportato le prime 40 salme. Le bare saranno portate alla base militare di Ilversum, a circa 130 chilometri da Eindhoven, dove partiranno le operazioni di riconoscimento.

Due caccia ucraini abbattuti

Due aerei da caccia ucraini sono stati abbattuti oggi nell’est dell'Ucraina. I due apparecchi Sukhoi sono stati colpiti sopra Savur-Mogyla, rilievo nella regione di Donetsk. L’Ucraina ha affermato che i due aerei sono stati raggiunti da missili lanciati dal territorio russo. "Due nostri aerei sono stati abbattuti all’altitudine di 5.200 metri. Secondo le prime informazioni il lancio dei missili è stato effettuato dal territorio russo" si legge in un comunicato del Consiglio di sicurezza nazionale e di difesa ucraino. L’abbattimento dei due caccia Sukhoi Su-25 è avvenuto a poche decine di chilometri dal luogo dello schianto del Boeing di linea malese.

Così i russi addestrarono i separatisti

L’amministrazione Obama ha pubblicato immagini satellitari e altre informazioni d’intelligence a sostegno della tesi che la Russia abbia addestrato ed equipaggiato i ribelli in Ucraina, sospettati di aver abbattimento il volo MH17 della Malaysia Airlines. I funzionari americani - come riporta il Washington Post - hanno anche detto di aver identificato, per la prima volta, un’installazione militare russa che si estende irregolarmente vicino alla città di Rostov, base del sostegno moscovita ai separatisti ucraini, descritta come un "hub" per l’addestramento e il deposito di armi, che negli ultimi mesi si è enormemente estesa. Secondo i funzionari, l’afflusso di carri armati e armi in Ucraina è proseguito anche dopo l’abbattimento dell’aereo di linea.

Gli Stati Uniti non considerano "plausibile" il coinvolgimento dell’Ucraina, sulla base del fatto che Kiev non sarebbe in possesso di un sistema missilistico capace di colpire un aereo a 10mila metri di distanza. La Russia, negando un coinvolgimento nell’abbattimento dell’aereo e di aver fornito ai ribelli il sistema missilistico Buk, ha invece accusato l'Ucraina, affermando che un jet militare ucraino stava volando a pochi chilometri dall’aereo della Malaysia Airlines poco prima che precipitasse. Finora le agenzie d’intelligence statunitensi non hanno trovato altri motivi per l’attacco se non quello che si sia trattato di un errore da parte dei ribelli, convinti che il volo di linea fosse invece un cargo militare.

Commenti