Abramovich sposta in Turchia il suo yacht con sistema missilistico

Roman Abramovich scappa dalle sanzioni e mette al sicuro in Turchia i suoi yacht, compreso l'Ecplise, il secondo più lungo del mondo

Abramovich sposta in Turchia il suo yacht con sistema missilistico

Quando in Europa ha spirato il primo vento di sanzioni, Roman Abramovich ha ben pensato di mettere al riparo alcuni dei suoi beni più preziosi. Infatti, se tra le sue prime azioni c'è stata la messa in vendita della squadra del Chelsea, che ora naviga in cattivissime acque, il magnate ha anche deciso di portare via dall'Europa i suoi yacht, dei veri e propri gioielli di ingegneria nautica dal valore elevatissimo. Non è certo il primo a fare questa scelta. La più nota imbarcazione di Roman Abramovich è l'Eclipse, che è stata avvistata nel porto di Marmaris. L'altro yacht dell'oligarca, il My Solaris, invece, si trova a Bodrum, altra località turca non così lontana dalla precedente.

La scelta della Turchia come porto sicuro da parte di Roman Abramovich si spiega con la non adesione del Paese di Erdogan alla linea sanzionatoria europea promossa contro Vladimir Putin. La Turchia ha scelto di mantenere, per quanto possibile, una posizione equidistante da entrambe le parti, offrendo pertanto riparo ai miliardari russi che hanno dovuto portar via i loro beni di lusso dall'Europa prima di essere intercettati dalle squadre di polizia giudiziaria dei Paesi aderenti. Gli yacht di Roman Abramovich sono riusciti a raggiungere la Turchia legittimamente, senza mai violare le acque territoriali dei Paesi che applicano le sanzioni, particolare della Grecia che confina con il Paese di Erdogan.

Definire l'Eclipse come un semplice yacht è riduttivo. L'imbarcazione ha un valore di mercato che si aggira attorno a 1.2 miliardi di euro ed è stato costruito dalla società Blohm + Voss di Amburgo, in Germania. Batte bandiera delle Bermuda e ha una lunghezza fuori tutto di oltre 163 metri, che lo rende il secondo yacht più grande del mondo. Può raggiungere i 25 nodi di velocità, risultato notevole per un'imbarcazione di questa stazza. Giornalmente, l'Eclipse ha un costo di gestione che si aggira attorno ai 80mila euro mentre per una settimana di intenso utilizzo è necessario spende fino a 1milione di euro per il rifornimento del carburante.

Al suo interno si trovano 24 cabine per gli ospiti e tra le amenities lo yacht di Roman Abramovich può vantare due piscine, di cui una lunga 16metri, 2 eliporti con possibilità di carico per 3 elicotteri, svariate piscine idromassaggio sparse sui diversi ponti dello yacht e una discoteca. Senza contare i battelli per raggiungere la costa e un piccolo sottomarino, in grado di raggiungere i 50 metri di profondità. A bordo devono essere presenti almeno 70 uomini di equipaggio affinché lo yacht funzioni alla perfezione. Inoltre, per questioni di sicurezza, lo yacht di Abramovich dispone di un sistema di protezione missilistico e alcune cabine, tra le quali la suite dell'armatore, sono dotate di vetrate antiproiettili.

Commenti