Mondo

Addio all'attore Clu Gulager: da "Il ritorno dei morti viventi" a Tarantino

L’attore Clu Gulager, star del film horror degli anni '80, è morto all’età di 93 anni per cause naturali. A darne notizia sui social, la famiglia e il regista Sean Baker

Addio all'attore Clu Gulager: da "Il ritorno dei morti viventi" a Tarantino

All’età di 93 anni è morto Clu Gulager, star de ‘Il ritorno dei morti viventi’. Il decesso è avvenuto per cause naturali. L’attore veterano era noto, oltre anche per i suoi ruoli nella commedia horror del 1985, anche per la serie della NBC 'The Virginian'. A dare la tragica notizia della sua morte sono stati il regista Sean Baker e la famiglia. Come tributo al padre, il figlio di Gulager, John, ha condiviso una sua foto sulla pagina Facebook.

Anche il regista Sean Baker, che ha diretto Gulager nel film del 2015 'Tangerine’, ha confermato la notizia della sua morte su Twitter. Infine, la nuora di Gulager, Diane Goldner, ha anche condiviso una dichiarazione su Facebook a conferma della notizia, affermando che l'attore è morto circondato dalla sua amorevole famiglia. Nella dichiarazione si legge:"Clu era tanto premuroso quanto leale e devoto al suo mestiere. Un membro orgoglioso della nazione Cherokee, un trasgressore, acuto e astuto e dalla parte, sempre, degli oppressi. Era di buon umore, un avido lettore, tenero e gentile. Rumoroso e pericoloso. Era scioccato di essere sopravvissuto, anche un giorno dopo la morte di Miriam Byrd-Nethery, l'amore della sua vita, 18 anni fa".

Una carriera lunga 70 anni

La carriera di Gulager è durata circa una settantina di anni, fin dalle piccole esibizioni come ospite nelle serie televisive degli anni '50. Gulager era anche un pilastro dei western tv, e ha recitato nel ruolo di Billy the Kid in 'The Tall Man' della Nbc per le sue due stagioni e ha avuto un ruolo regolare in 'The Virginian', sempre della Nbc, per ben quattro delle sue nove stagioni. Ha avuto anche un ruolo in 'The Last Picture Show' di Peter Bogdanovich nel 1971. Erano gli anni '80, quando Gulager è stato reintrodotto a una nuova generazione di spettatori con ruoli importanti nei film dell'orrore. Il noto attore ha recitato al fianco di Vera Miles nel film 'The Initiation' del 1984 e un anno dopo in 'Il ritorno dei morti viventi’ di Dan O'Bannon e "A Nightmare on Elm Street 2: Freddy's Revenge" di Jack Sholder.

Tra i registi, Quentin Tarantino era uno di quelli che più lo apprezzava e l’ha infatti voluto nel film del 2019 'C'era una volta a Hollywood', che ha segnato l'ultimo credito cinematografico di Gulager. Nella pellicola di Tarantino, l'attore interpretava il ruolo del proprietario di una libreria. Nei suoi ultimi anni di vita, Gulager è stato un frequentatore molto assiduo di film al New Beverly Cinema di Tarantino.

Il primo ruolo importante

William Martin Gulager, questo il suo nome all’anagrafe, era nato a Holdenville, in Oklahoma, il 16 novembre del 1928. Suo padre era un ex attore e intrattenitore di cowboy. Dopo aver prestato servizio nel Corpo dei Marines degli Stati Uniti negli anni '40, Gulager ha frequentato la Northeastern State University e subito dopo la Baylor University, andando così a dare inizio alla sua avventura nel campo della recitazione. Risale al 1955 il suo esordio cinematografico, in un episodio della serie di varietà 'Omnibus'.

Dopo numerose apparizioni come ospite in varie trasmissioni televisive, il suo primo ruolo importante è stato quello di Billy the Kid in 'The Tall Man', dove ha recitato al fianco di Barry Sullivan nei panni di Pat Garrett. Nonostante la serie della Nbc non sia durata molto, pochi anni dopo Gulager è diventato membro regolare del cast di 'The Virginian'. Nel 1964 ha interpretato un ruolo importante in 'The Killers' di Don Siegel, recitando al fianco di un cast importante, nel quale erano presenti anche Lee Marvin, Angie Dickinson, John Cassavetes e Ronald Reagan, nel suo ultimo ruolo cinematografico. Gulager ha anche diretto il suo cortometraggio 'A Day With the Boys' che è stato nominato alla Palma d'Oro come miglior cortometraggio al Festival di Cannes del 1969. L’attore, qualche anno dopo, è stato diretto anche da suo figlio, John Gulager. I due hanno collaborato alla serie di film commedia horror 'Feast' e 'Piranha 3DD' del 2012. Nella sua vita privata ha sposato la collega e attrice Miriam Byrd-Nethery nel 1960 e sono rimasti sposati fino alla morte della moglie, avvenuta nel 2003. L'attore lascia i suoi figli, John e Tom, e il suo amato nipote Clu Mosha.

Commenti