Glasgow, attacco in un hotel: pugnalate a morte tre persone

L’attacco si è verificato in un albergo situato in una via del centro di Glasgow, subito isolata dagli agenti antiterrorismo lì intervenuti

Ancora un attacco con i coltelli nel Regno Unito, questa volta Glasgow. L’episodio di cronaca consumato nel centro cittadino è costato la vita ad almeno tre persone, quattro compreso l'assalitore. Sei persone sono rimaste invece ferite e sono state trapsotate in ospedale- Sul posto sono intervenute le unità antiterrorismo della polizia locale e la situazione nella metropoli scozzese sarebbe attualmente sotto controllo.

In base alle prime ricostruzioni della vicenda, un individuo non ancora identificato avrebbe preso a coltellate alcune persone nei pressi di una scalinata nell’albergo Park Inn. Tale teatro della folle violenza è ubicato in West George Street, proprio nel centro di Glasgow e, come spiegano i media britannici, era usato per ospitare richiedenti asilo durante la fase di isolamento generale dovuta alla pandemia di coronavirus. Tra i soggetti raggiunti dai fendenti dello squilibrato c'è anche un poliziotto. Le forze di sicurezza scozzesi hanno successivamente precisato, tramite Twitter, che l’agente in questione è soltanto rimasto ferito in seguito all’attacco e che adesso è ricoverato in ospedale ma sembra che non sia in pericolo di vita.

Per neutralizzare il presunto assassino sono quindi giunti sul posto i reparti antiterrorismo, che hanno provveduto a isolare l’area in cui erano stati commessi gli accoltellamenti. La polizia, dopo avere confermato l'uccisione dell'assalitore ad opera di un agente armato, ha chiarito che non vi sono al momento altri sospettati. Un testimone dell’accaduto, interpellato dalla Bbc, ha affermato che almeno quattro persone sarebbero state portate via in ambulanza dal luogo dell’attacco e che tra le vittime di quest’ultimo vi sarebbe una persona di etnia africana.

Altri testimoni citati dalle emittenti locali hanno poi aggiunto che sarebbero almeno due le persone accoltellate all'interno dell'albergo Park Inn e che una delle due persone in questione sarebbe un receptionist della struttura ricettiva. Nel dettaglio, tale vittima corrisponderebbe a un uomo scozzese sulla trentina, che lavorava appunto alla reception dell'hotel e che si è ritrovato oggi immerso in una pozza di sangue per colpa di un folle accoltellatore. Le autorità locali hanno definito gli attacchi letali verificatisi oggi a West George Street come un “grave incidente”, assicurando però al tempo stesso che ormai non vi sarebbero più pericoli per i cittadini di Glasgow.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 26/06/2020 - 17:06

Nessun accenno alla grandezza di Allah? Altro esempio di mancata integrazione. Colpa, naturalmente della società inglese. Notoriamente islamofoba.

rawlivic

Ven, 26/06/2020 - 18:04

faccio fatica ad ipotizzare la nazionalita' del criminale...

cgf

Ven, 26/06/2020 - 18:36

pugnale, attacco classico a sorpresa, oggi è venerdì, poi che lo abbiamo già classificato infermo di mente, ottengo conferma di quale "squilibrio" soffre l'attentatore

istituto

Ven, 26/06/2020 - 19:00

Ovviamente i Servi del regime mondialista si tratterà certamente di uno " squilibrato "..... Forza Trump unica speranza del mondo libero.