Australia, entra in hotel e spara contro gli ospiti: 5 morti e diversi feriti

Il killer, un 45enne uscito da poco dal carcere, ha compiuto la strage all’interno dell’Hotel Palms di Darwin. Le autorità, al momento, non parlano di terrorismo

Almeno cinque persone sono morte e almeno altre due sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta in un hotel di Darwin, capitale del Northern Territory in Australia.

Secondo le prime informazioni diffuse, intorno alle 18 ora locale un uomo armato di fucile a pompa è entrato nell’Hotel Palms, struttura situata sulla McMinn Street, e ha aperto il fuoco su chiunque si trovasse all’interno delle camere.

Secondo alcuni testimoni, il presunto killer è entrato nelle camere per controllare se ci fosse qualcuno di nome Alex. Nel corso della sua folle azione, l’aggressore ha sparato almeno una ventina di colpi. Un testimone, in particolare, riferisce che al Palms Hotel l'assalitore ha sparato diverse volte contro una donna a entrambe le gambe.

Alla fine del raid, l’uomo si è allontanato dall'hotel riuscendo a rimanere a piede libero per circa un’ora mentre in tutta la città le forze dell’ordine allestivano dei blocchi stradali per cercare di individuare il killer e fermarlo.

Dopo una serrata caccia all’uomo, il sospetto è stato bloccato. Secondo l’emittente locale Abc, la persona sospettata della sparatoria è un 45enne recentemente rilasciato dal carcere. La polizia, citata dal sito di informazione australiano NT News, afferma che non c'è ragione di credere che altri assalitori siano coinvolti.

Non si ritiene che l'attacco avvenuto a Darwin sia legato al terrorismo. Lo ha detto il primo ministro australiano, Scott Morrison, parlando con i giornalisti a Londra.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

dagoleo

Mar, 04/06/2019 - 16:46

sarà anche qui una risorsa leggermente incavolata perchè non gli permettono di pagare le pensioni agli australiani. ne sono convinto.