Mondo

Battisti, l'avvocatura di Stato scrive alla Corte: ​"Temer può revocargli l'asilo"

Il governo brasiliano scrive alla Corte Suprema che oggi decide su Battisti: "L'ultima parola spetta a Temer"

Battisti, l'avvocatura di Stato scrive alla Corte: ​"Temer può revocargli l'asilo"

"Il presidente Michel Temer ha l'autorità di revocare l'asilo ed estradare in Italia Cesare Battisti". Lo ribadisce il Brasile che, tramite la sua legale Grace Mendonça, ha inviato un parere (leggi il documento) alla Corte suprema che oggi dovrà decidere se concedere l'habeas corpus preventivo.

Nel documento, Mendonça sostiene che l'estradizione sia una decisione politica che solo il presidente potrebbe prendere e ricorda alla Corte che nel 2009 aveva approvato l'estradizione di Battisti.

Battisti è stato arrestato il 4 ottobre scorso al confine con la Bolivia, ma fu rilasciato subito dopo. L'ex membro dei Proletari armati per il comunismo (Pac) in Italia è stato condannato in via definitiva all'ergastolo nel 1993 per quattro omicidi compiuti negli "anni di piombo".

Nel 2009 la Corte suprema brasiliana aveva autorizzato l'estradizione, ma si trattava di una decisione non vincolante, che lasciava l'ultima parola al capo dello Stato. L'allora presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, il 31 dicembre del 2010, nel suo ultimo giorno di mandato, concesse a Battisti lo status di rifugiato, bloccando l'estradizione in Italia.

Commenti