Boris Johnson è senza maggioranza: lascia un membro della Camera

Philip Lee è ormai un ex membro dei Tories. Il suo passaggio ai Liberal Democratici sancisce la fine della maggioranza

Boris Johnson non può più contare sulla maggioranza in Parlamento. Tutto ormai lascia supporre l'imminenza delle elezioni anticipate: un membro della Camera dei Comuni, Philip Lee, è passato dal gruppo parlamentare dei Tories a quello dei Liberal Democratici, sancendo così la fine numerica del sostegno al governo presieduto dal leader sovranista. Adesso i numeri parlano chiaro. A meno di sorprese, Boris Johnson potrebbe dover accelerare la crisi politica del suo esecutivo, con il fine di far votare i sudditi brittanici entro la prima data utile. Il limite fissato per la Brexit è quello del prossimo 31 ottobre.

La motivazione dell'ex conservatore Lee, stando a quanto riportato dall'agenzia Lapresse, è la seguente: "Dopo molta riflessione, ho raggiunto la conclusione che non è più possibile servire nei migliori interessi" dei miei elettori "come membro conservatore del Parlamento". Sullo sfondo c'è la hard Brexit, cioè un distacco netto e senza previa accordo che Johnson è disposto a percorrere pur di rispettare la sua visione del mondo e le sue promesse elettorali. Già ieri era stato possibile notare come le acque fossero agitate: il premier britannico aveva ristretto i suoi in maniera del tutto straordinaria. Il premier vorrebbe scongiurare il voto, ma le frizioni interne al partito che guida potrebbero costringerlo ad accettare lo scenario elettorale.

Nel frattempo, il vertice dei socialisti Jeremy Corbyn, come racconta l'Agi, ha parlato di "governo cotardo", aggiungendo che l'idea che ha Borsi Johnson, ossia quella di uscire dall'Unione europea senza contrarre un'intesa, è priva di requisiti costituzionali. Boris Johnson, dal canto suo, ha rimarcato come l'opposizione abbia intenzione di rimandare ancora l'uscita. Si parla già di un nuovo limite fissato attorno alla fine di gennaio 2020. Approfondendo sull'Adnkronos, si apprende di come l'attuale premier abbia voluto associare la mossa di Corbyn, cioè una legge che impedisca il no deal, alla "resa" incondizionata nei confronti dell'Unione europea.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Sniper

Sniper

Mar, 03/09/2019 - 18:35

Il Benito Britannico perde i pezzi, l'aula "sorda e grigia" che ha oltraggiato sara` la tomba della sua folle arroganza. Ora mancano Trump e Orban, e poi il mondo sara` libero da queste pantegane nazionaliste dei miei stivali.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 03/09/2019 - 18:58

Però se volete tornare in Europa dovreste prendere la nosrta moneta, guida a destra e sistema metrico decimale. Non solo quanto vi fa comodo.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mar, 03/09/2019 - 19:28

L'UE è come i CRAVATTARI, la MAFIA, la CAMORRA…: facile entrarvi, impossibile uscirne. Se non MORTI.

timoty martin

Mar, 03/09/2019 - 20:07

Serve un nuovo voto. Troppe le difficoltà, le opposizioni, le incertezze, le spese se l'uscita dalla UE si farà senza accordo.

rokko

Mar, 03/09/2019 - 20:26

Altro leader conservatore bruciato sulla via della Brexit?

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 03/09/2019 - 21:16

I sovranisti scricchiolano in tutta Europa, la maionese si sta sgonfiando

rokko

Mar, 03/09/2019 - 21:47

stamicchia, Boris Johnson non è un sovranista, è un idiota che ha sopravvalutato le proprie forze.

lorenzovan

Mar, 03/09/2019 - 22:07

N altro sovranista che perde pezzi...

Ezeckiel

Mar, 03/09/2019 - 23:11

giocherà la carta "Regina" cosa che la May non ha avuto il coraggio di fare, il popolo si era già espresso ,se la Regina non dovesse far rispettare il volere del popolo ,perderebbe la faccia ,e la monarchia non avrebbe più valore, di fatto la ue vuole fra le altre cose distruggere il Regno unito ,perchè avere un avversario così a due passi è pericoloso,sopratutto se si allea con gli usa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 04/09/2019 - 00:16

@lorenzovan - aspetta a vendere la pelle dell'orso. Sembri un dilettante.

HappyFuture

Mer, 04/09/2019 - 10:03

I conservatori sono i Tories. I Tory sono il partito di Boris Johnson. I Tories sono per la Brexit.

HappyFuture

Mer, 04/09/2019 - 10:58

Potenza SOVVERSIVA della ue!

Italianocattolico2

Mer, 04/09/2019 - 15:19

Venga in Italia a imparare come si fa a fare un governo perdendo le elezioni. basta avere un partner voltagabbana come Conte ed un Presidente della Repubblica come Napolitano o Mattarella. Se poi aspetta qualche mese, si troverà con Prodi che non ha ancora fatto abbastanza danni ma poiché ormai ragiona solo in termini di ricordi è il candidato ideale per seguire le istruzioni di Bruxelles e dei tedeschi.