"Una strada percorsa insieme": 50 anni di amicizia tra Cina e Italia

Sarà trasmesso il 26 e 27 dicembre su Sky Italia di Class CNBC. E Xi cita Moravia: "Le amicizie non si scelgono a caso ma secondo le passioni che ci dominano"

Il 2020 segna il 50esimo anniversario dell'allacciamento ufficiale delle relazioni diplomatiche tra Cina e Italia. Per commemorare questo evento, ed evidenziare il successivo costante e vigoroso sviluppo dei legami sino-italiani, dal 26 dicembre sarà trasmesso un documentario intitolato "Una strada percorsa insieme, 50 anni di relazioni tra Cina e Italia", prodotto congiuntamente da China Media Group e da Class Editori.

Il documentario, disponibile su diverse piattaforme media di entrambi i Paesi, come il canale internazionale di CCTV, il canale Sky Italia di Class CNBC e l’app Cinitalia, ripercorrerà la storia di questi 50 anni attraverso la prospettiva personale di testimoni che raccontano la storia dell’inclusione, degli scambi e dell’apprendimento reciproco tra Cina e Italia, tratteggiando un ritratto prezioso ed emozionante delle fruttuose relazioni bilaterali tra i due paesi.

Il colloquio tra Xi Jinping e Sergio Mattarella

"Una strada percorsa insieme, 50 anni di relazioni Cina-Italia" è un’opera di eccellenza nata dalla stretta collaborazione tra media cinesi e italiani. Si tratta di un esempio concreto di dialogo e profonda cooperazione possibile nell’ambito dell’iniziativa Belt & Road. La sera del 4 novembre il presidente cinese Xi Jinping ha tenuto un colloquio telefonico con il presidente italiano Sergio Mattarella. I due capi di Stato si sono reciprocamente congratulati per l’importante anniversario. Xi Jinping ha sottolineato che per mezzo secolo, indipendentemente dai cambiamenti della scena internazionale, Cina e Italia hanno reciprocamente mantenuto rispetto e fiducia, diventando partner strategici globali, favorendo l’apprendimento e l’assistenza reciproca; ciò non solo ha portato benefici ai rispettivi popoli, ma ha fornito e continua a fornire anche un ottimo esempio per lo sviluppo di relazioni bilaterali tra due paesi con sistemi e culture diverse.

Il consigliere di Stato cinese e ministro degli Esteri Wang Yi e il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio hanno espresso i loro rallegramenti per il 50esimo anniversario dei rapporti sino-italiani attraverso questo documentario. Nel suo discorso di congratulazioni, Wang Yi ha affermato che le due parti hanno sempre aderito alla valenza strategica delle relazioni bilaterali. Nel 2019, il presidente Xi Jinping ha compiuto una visita di grande successo in Italia, durante la quale i leader dei due paesi hanno potuto delineare un nuovo piano per lo sviluppo futuro delle relazioni bilaterali. Guardando al futuro, la Cina è disposta a collaborare con l’Italia per promuovere un sempre maggiore sviluppo delle relazioni sino-italiane nei prossimi 50 anni. Il ministro degli Esteri italiano Di Maio ha affermato che tra Cina e Italia esiste una sincera amicizia e interessi comuni. L’Italia è profondamente soddisfatta dello sviluppo che le relazioni bilaterali con la Cina hanno visto negli ultimi 50 anni e spera che, mentre vanno avanti insieme, entrambe le parti continuino a sostenere lo spirito di rispetto reciproco e sincera amicizia che ha contraddistinto i loro rapporti sino ad ora.

Un esempio di collaborazione

ll vice direttore del Dipartimento della Comunicazione del Comitato centrale del PCC e direttore generale di China Media Group, Shen Haixiong, ha dichiarato che Cina e Italia sono una lo specchio dell’altra e hanno molto in comune. Ispirato dalla visione del presidente Xi Jinping di una comunità dal futuro condiviso per l’umanità, egli pensa che Cina e Italia possano fare di più e possano svolgere un ruolo ancora più determinante. La speranza è che i professionisti media di entrambi i paesi utilizzino il ponte costituito dagli scambi mediatici per edificare la Via della Seta nella nuova era e formare dei nuovi Marco Polo.

Grazie al sostegno delle proprie ambasciate, i principali media delle due parti hanno lavorato insieme per superare i molti ostacoli portatati dall’epidemia, e sono riusciti a completare in brevissimo tempo riprese internazionali con più di 50 rappresentanti dei campi della politica, della cultura, dell'economia, della scienza, della tecnologia, dell’istruzione e dello sport; prendendo in considerazione i traguardi raggiunti nelle aree chiave della cooperazione tra i due paesi come leitmotiv, quattro relatori provenienti da Cina e Italia fungono da filo conduttore per l'intero filmato e testimoniano appieno lo sviluppo delle relazioni sino-italiane.

Il documentario "Una strada percorsa insieme, 50 anni di relazioni Cina-Italia" è diviso in due parti, per un totale di 100 minuti. La prima parte esplora le origini storiche delle due grandi civiltà, quella orientale e quella occidentale. Attraverso vivide immagini di diplomazia, restauro di reliquie culturali, cooperazione operistica e apprendimento della lingua cinese, si illustra la profonda amicizia che unisce la Cina e l’Italia. La seconda parte documenta invece il reciproco aiuto fornito durante il terremoto di Wenchuan e l’epidemia di corona virus, la cooperazione nel campo dei media, gli scambi economici, commerciali, aerospaziali e interpersonali, illustrando compiutamente lo stato delle relazioni bilaterali tra Cina e Italia dopo il 18esimo Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese e le loro luminose prospettive future.

Un'amicizia storica

Le due puntate della versione cinese andranno in onda sul canale internazionale di CCTV il 26 e 27 dicembre; negli stessi giorni saranno trasmesse su Sky Italia di Class CNBC anche quelle della versione italiana; la messa in onda avverrà inoltre anche sui canali in inglese, russo, francese e spagnolo di CGTN e in diretta sui canali di Cinitalia su YANGSHIPIN, Facebook e Youtube, nonché sul sito di Milano Finanza e altri ancora. La serie di corti e i diversi prodotti grafici sono già stati pubblicati lo scorso ottobre su Cinitalia, Milano Finanza e YANGSHIPIN.

Il presidente Xi Jinping ha utilizzato una citazione del famoso scrittore italiano Alberto Moravia per descrivere le relazioni bilaterali Cina-Italia: "Le amicizie non si scelgono a caso, ma secondo le passioni che ci dominano". Nel 2019, durante la visita del presidente Xi, l’Italia è stata il primo paese occidentale del G7 a firmare un memorandum d’intesa per portare avanti congiuntamente la costruzione dell’iniziativa Belt & Road. Il rapporto tra i due paesi lungo il percorso della Via della Seta terrestre e di quella marittima si è via via rafforzato, mostrando al mondo che le due antiche civiltà dell'Oriente e dell’Occidente possono completarsi a vicenda. Dalla Via della Seta alla Belt & Road, dal passato al futuro, ciò che resta immutata è la millenaria e reciproca amicizia tra Cina e Italia.

La programmazione del documentario

TV

CCTV-4 canale asiatico (ora di Beijing)
Il 26 dicembre (sabato) 18:12 (Premiere time)
Il 27 dicembre (domenica) 18:07 (Premiere time)

CCTV-4 canale europeo (ora di Roma)
Il 26 dicembre (sabato) 22:00 (Replay time)
Il 27 dicembre (domenica) 22:00 (Replay time)

Sky Italia di Class CNBC, canale 507 (Ora di Roma)
Il 26 dicembre (sabato) 9:25 (Premiere time)
Il 26 dicembre (sabato) 21:25 (Replay time)
Il 2 gennaio (domenica) 10:18, 17:18 (Replay time)
Il 27 dicembre (domenica) 9:05 (Premiere time)
Il 27 dicembre (domenica) 21:05 (Replay time)
Il 3 gennaio (lunedì) 10:00, 17:00 (Replay time)

(Il documentario verrà trasmesso anche sui canali inglese, russo, francese e spagnolo)

Piattaforma multimediale

App di Cinitalia, Cinitalia su YANGSHIPIN, Cinitalia su Facebook, Cinitalia su Youtube:
Il 26 dicembre (sabato) 18:12 (Premire time)
Il 27 dicembre (domenica) 18:07 (Premiere time)

www.milanofinanza.it:
Il 26 dicembre (sabato) 18:12 (Premire time)
Il 27 dicembre (domenica) 18:07 (Premiere time)

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.