"Il 60% dei ricoverati è vaccinato". Ma la verità su queste parole è un'altra

Il consigliere Vallance, dopo la gaffe commessa in conferenza stampa, si è visto costretto a rettificare in serata quanto affermato in precedenza

"Il 60% dei ricoverati è vaccinato". Ma la verità su queste parole è un'altra

Nel Regno Unito ha creato stupore e indignazione la vera e propria "gaffe" commessa da Sir Patrick Vallance, massimo consigliere scientifico del governo britannico nonché capo della task force istituita da Londra per elaborare strategie nazionali anti Covid. A fare esplodere le contestazioni è stata la seguente affermazione del luminare, rilasciata lunedì ne corso di una conferenza stampa presieduta dal premier Boris Johnson, collegato da remoto: "Il 60% delle persone attualmente ricoverate nel Regno Unito per Covid è completamente vaccinato".

Tale dichiarazione ha presto fatto il giro del web e del mondo, disseminando sorpresa e lamentele nell'opinione pubblica, fino ad allora convinta che la completa immunizzazione scongiurasse il rischio di contrarre il Covid in forma grave e di finire in ospedale; in base alle parole di Vallance, però, neanche il completamento del ciclo di immunizzazione avrebbe potuto impedire di venire colpiti dalla malattia acuta. Il consigliere scientifico di Johnson, dopo avere rilasciato l'affermazione incriminata, l'aveva anche giustificata parlando di "dato non sorprendente", con riferimento a quel 60% di persone finite in ospedale nonostante l'immunizzazione. Il dato in questione, a detta dello scienziato britannico, non sarebbe stato appunto sorprendente per il fatto che "i vaccini non sono efficaci al 100%".

A fronte dello smarrimento provocato tra i cittadini dall'annuncio di Vallance, che sembrava smentire i dati per cui l’ospedalizzazione dei vaccinati avveniva soltanto in casi particolari, ossia tra i più anziani e tra persone immunodepresse, il medesimo luminare si è visto ala fine costretto a rendere pubbliche alcune precisazioni. Nella serata di lunedì, lo scienziato ha infatti pubblicato sul suo profilo Twitter una rettifica, parlando di "statistica errata": "Correggo una statistica che ho dato alla conferenza stampa di oggi, 19 luglio. Circa il 60% dei ricoveri da Covid non sono da persone con doppia vaccinazione, piuttosto il 60% dei ricoveri da Covid sono attualmente da persone non vaccinate". Di conseguenza, la maggior parte dei britannici che sono finiti in ospedale è costituita da persone non vaccinate o che hanno ricevuto solo la prima dose. Nonostante il tentativo di Vallance di rimediare alla propria gaffe, non si placano le polemiche nel Regno, con i cittadini che non si capacitano ancora di come abbia potuto il consigliere scientifico in questione rilasciare in conferenza stampa una dichiarazione così clamorosamente errata e correggerla con un simile ritardo.

Il Regno Unito è nel pieno dell'ondata di Covid causata dalla variante Delta, con quasi 50mila casi al giorno e con gli ospedali della maggior parte del Paese in cui ci sono adesso più pazienti affetti da coronavirus che in qualsiasi momento da metà marzo. La differenza rispetto ad allora è però proprio nella copertura vaccinale, grazie a cui molti ricoveri stanno venendo scongiurati e molte vite stanno venendo salvate.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti