Mondo

Corbyn gioca al videogame dove si spara a Margaret Tatcher

L'ex leader del partito laburista è stato fotografato mentre gioca a una versione modificata del videogame Doom in cui il nemico è Margaret Tatcher

Corbyn gioca al videogame dove si spara a Margaret Tatcher

L'ex leader laburista Jeremy Corbyn è stato immortalato mentre gioca a Thatcher's Techbase, una mod dello storico videogame Doom che consente ai giocatori di sparare a Margaret Thatcher. Corbyn era al The World Transformed, un festival di "politica, arte e cultura radicali" che si è concluso martedì 27 settembre.

Il creatore di Thatcher's Techbase, Jim Purvis, ha scattato alcune foto di Corbyn mentre gioca allo sparatutto arcade, pubblicandole sulla sua pagina Twitter e sottolineando che il videogioco "gli è piaciuto". Il gioco, basato su Doom, consente ai videogiocatori di sparare a delle ordate di CyberThatcher in versione "mostro". La foto è presto diventata virale sul web.

Le parole del creatore del videogame

"Quasi tutti quelli che conosco sono stati influenzati dalle decisioni del governo Thatcher in un modo o nell'altro, e stiamo ancora vedendo il suo fantasma dappertutto nella nostra attuale situazione socio-politica", ha spiegato Purvis. "Era una figura satanica nella cultura scozzese ben prima che la trasformassi in un demone cibernetico". Margaret Tatcher, morta l'8 aprile 2013, è passata alla storia come uno dei leader britannici più importanti e pragmatici del 20° secolo. Il suo decennio al potere, negli anni '80, ha rimodellato l'economia e la società britannica grazie alle sue politiche liberiste.

La leader conservatrice, negli anni'80, non è stata presa di mira solamente dai videogiochi ma da una folta schiera di artisti del mondo della musica pop-rock che contestavano le sue politiche. Da Morrissey, ex cantante degli Smiths - che ne augurava addirittura la morte nel brano Margaret on a Guillotine - passando per Roger Waters dei Pink Floyd, a "Maggie" - come veniva chiamata la Lady di Ferro - sono state dedicate molte canzoni, tutt'altro che lusinghiere nei suoi confronti.

La carriera del leader laburista

Jeremy Corbyn è stato leader del partito laburista dal 2015 al 2020. Ha frequentato un liceo nello Shropshire e, per un breve periodo di tempo, un istituto tecnico nel nord di Londra prima di intraprendere la carriera di attivista politico di sinistra. Fu eletto in un consiglio locale di Londra all'età di 25 anni e subito dopo iniziò a lavorare per la National Union of Public Employees. È stato eletto al Parlamento nelle elezioni generali del 1983 nel collegio di Islington North, un'area a maggioranza operaia vicino al centro di Londra. È sempre stato un rappresentante dell'ala più radicale del partito laburista inglese, schierandosi contro le armi nucleari e per la nazionalizzazione le ferrovie. Nel corso della sua carriera è stato vicino a Tony Benn, figura di spicco della sinistra laburista negli anni '80 e '90, e scriveva regolarmente per il piccolo quotidiano comunista Morning Star.

Commenti