Coronavirus, la mossa di Trump: "Via gli studenti stranieri se seguono corsi on line"

Con una nota l’Ice, l’ufficio immigrazione Usa, annuncia che sarà ritirato il visto agli studenti che, causa coronavirus, seguiranno lezioni on line

Coronavirus, la mossa di Trump: "Via gli studenti stranieri se seguono corsi on line"

Nuova decisa stretta di Trump sul delicato tema dell’immigrazione. L'amministrazione Usa ha, infatti, deciso di togliere il visto agli studenti stranieri se le lezioni tenute dalle loro università saranno solo online a causa dell’epidemia di coronavirus.

La mossa, per certi versi inaspettata, è stata annunciata da l'Ice, l’Immigration and Customs Enforcement, l'ufficio per l'immigrazione americano, e segue la decisione della prestigiosa università di Harvard di garantire solo l’organizzazione di classi sul web per il prossimo anno accademico. Il ritiro del visto, se sarà confermato il provvedimento, potrebbe riguardare migliaia di studenti stranieri che raggiungono gli Usa per frequentare le università o partecipare a programmi di formazione.

"Studenti non immigrati F-1 e M-1 che frequentano scuole operative interamente online potrebbero non poter sostenere un corso completo di corsi on line e rimanere negli Stati Uniti", si legge in una nota diffusa dall’Ice. Nel documento si specifica che gli studenti interessati da tali programmi "devono lasciare il Paese o adottare altre misure, come il trasferimento in una scuola con un'istruzione di persona per rimanere legittimamente".

A causa dell’avanzare dell’epidemia di coronavirus, che negli Usa ha già causato oltre 130mila decessi e colpito quasi 3 milioni di persone, le università da settimane tengono i corsi via Internet. Per evitare affollamenti e altre situazioni che potrebbero creare il terreno perfetto per una ulteriore diffusione di Covid-19, sono migliaia gli studenti costretti a lasciare i campus.

Se il presente è particolarmente difficile il futuro appare decisamente incerto. Molte università stanno preparano piani per i prossimi mesi. Princeton, ad esempio, taglierà del 10% le sue rette e farà entrare fisicamente nel campus del New Jersey solo la metà degli studenti mentre tutti gli altri seguiranno i corsi on line da casa. Harvard ha comunicato che solo il 40% degli allievi, per la maggior parte matricole, potrà frequentare di persona le lezioni. Le lezioni si svolgeranno on line ma la retta non calerà restando a 49.700 dollari annui in media.

Commenti

Grazie per il tuo commento