In Illinois la vittima più giovane: morto un bimbo di pochi mesi

Nell'Illinois, un bimbo di pochi mesi è morto per sospetto coronavirus. La polizia ha avviato un'indagine per accertare le cause del decesso

Il coronavirus non risparmia nessuno. Nello Stato federale dell'Illinois, un bambino di pochi mesi è morto dopo essere risultato positivo al test del Covid-19. Sebbene la dinamica della drammatica vicenda sia ancora da accertare, il sospetto degli inquirenti è che possa esser deceduto per complincanze insorte in seno al contagio. Se le ipotesi della polizia fossero confermate dall'esito dell'autopsia, si tratterebbe della vittima più giovane ad oggi registrata per il nuovo virus.

Stando a quando si apprende dalla testata di informazione online abc.com, il piccolo era originario della città di Chicago e avrebbe avuto meno di un anno. Ad annunciarne la morte, in data 28 marzo, è stato il governatore J.B. Pritzek nel corso di una conferenza stampa di aggiornamento sui dati dell'epidemia nello stato dell'Illinois. "Sono addolorato e profondamente scosso - ha dichiarato - Non si è mai registata la morte di una bambino per coronavirus. È una notizia che non avrei mai voluto dare".

Sul caso è stata avviata subito un'indagine incalzata dal direttore del dipartimento per la sanità pubblica nello Stato dell'Illinois (IDHP), Ngozi Ezike, che vuole vederci chiaro sulla dinamica della tragedia. "È in corso un'indagine completa per determinare la causa della morte. - ha riferito ai media - Dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione di questo virus mortale. Non solo per proteggere noi stessi, ma per proteggere coloro che ci circondano. Se finora non abbiamo prestato sufficiente attenzione al problema, ora dobbiamo darci una svegliata". Il rischio di morte per COVID-19, ha ricordato Ezike, è maggiore per gli adulti, specie quelli in età evanzata, e per le persone con patologie pregresse. Nella maggior parte dei casi, il virus provoca sintomi lievi o moderati, che possono includere febbre e tosse ma anche casi più lievi di polmonite e, talvolta, richiedono il ricovero in ospedale.

Fino ad oggi, i bambini hanno costituito una piccola parte dei contagiati in tutto il mondo. Una lettera pubblicata lo scorso febbraio nel New England Journal of Medicine da ricercatori cinesi riportava la morte di un bambino di 10 mesi con COVID-19. Il bambino ha avuto un blocco intestinale ed è morto quattro settimane dopo essere stato ricoverato in ospedale. Una ricerca separata pubblicata sulla rivista Pediatrics ha rintracciato 2.100 bambini infetti in Cina confermando il decesso di un bambino di 14 anni. Lo studio ha evidenziato, inoltre, che meno del 6% dei bambini era gravemente malato.

Ad ogni modo, il Governo federale ha chiesto di monitorare con particolare attenzione la città di Chicago, sospetto neo focolaio del coronavirus nello Stato del Midwest. "Vogliamo assicurarci che la prossima New York sappia qual è la sua situazione. Stiamo guardando New Orleans; osservando Chicago; stiamo guardando Detroit e vogliamo assicurarci che le persone presenti in una delle zone ad alto rischio, prendano le opportune precauzioni ", ha detto il dott. Jerome Adams, chirurgo americano impegnato in trincea contro il Covid-19. Intanto, sale il numero dei contagiati nello Stato dell'Illinois contando 3491 casi, 43 decessi di cui 13 registrati nella giornata di sabato 28 marzo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.