Egitto, presidente del parlamento elogia Hitler. Ed è polemica

Gli apprezzamenti verso Hitler pronunciati dallo speaker del parlamento egiziano hanno generato feroci contestazioni da parte di diversi internauti

Il presidente del parlamento egiziano, Ali Abdel Aal, ha in questi giorni scatenato feroci polemiche per avere pubblicamente elogiato Adolf Hitler.

Durante un recente discorso rivolto ai deputati nazionali e diretto a giustificare le spese per infrastrutture decise dal Capo dello Stato al-Sisi, lo speaker della Camera dei rappresentanti, riporta il sito di informazione Middle East Eye, avrebbe appunto manifestato apprezzamenti verso i progetti ingegneristici del Fuhrer.

Nel suo intervento alla presenza dei parlamentari, Abdel Aal ha infatti dichiarato che, come i grandi piani di ammodernamento infrastrutturale voluti da Hitler negli anni Trenta hanno posto le basi del successivo sviluppo economico tedesco, così i lavori pubblici appoggiati dal presidente egiziano garantiranno al Paese arabo benessere negli anni a venire. Il passaggio maggiormente controverso del discorso dello speaker è stato il seguente: “Hitler ha commesso degli errori, ma va riconosciuto che egli si è potuto espandere a est e a ovest grazie alla solida rete infrastrutturale da lui stesso messa a punto”.

Abdel Aal ha poi chiarito che la strategia elaborata dal presidente al-Sisi in materia di lavori pubblici mira a provvedere l’Egitto di un sistema di trasporti e di costruzioni strategiche modellato proprio su quello esistente in Germania. Egli ha infine esortato i deputati nazionali a sostenere l’impegno del Capo dello Stato a costruire un Paese moderno per mezzo di ingenti stanziamenti in infrastrutture.

Sull’onda delle polemiche, esplose principalmente su Internet, riguardo all’elogio fatto dallo speaker verso la strategia di Hitler diretta a rafforzare il patrimonio di opere pubbliche tedesco, Abdel Aal è stato alla fine indotto a rettificare. Egli ha innanzitutto accusato i media di avere “decontestualizzato” le sue parole, per poi affidare alle pagine della rivista locale Egypt Today una dichiarazione nettamente antinazista: “Tutti sanno quello che Adolf Hitler ha fatto all’umanità, quindi nessun uomo con un minimo di cervello potrà mai lodare le sue azioni”.

Egli, sempre nella dichiarazione rilasciata al mensile egiziano, ha infine chiarito: “Nessun Paese può raggiungere benessere e sviluppo senza un robusto sostrato infrastrutturale. Questo è quello che intendevo dire nel mio discorso ai deputati, che tante polemiche ha generato”.

Nonostante la precisazione di Abdel Aal, diversi internauti continuano a biasimarlo per avere espresso stima nei confronti di Hitler e per avere con ciò pregiudicato la reputazione internazionale dell’Egitto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 04/10/2019 - 10:42

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP E ricordate : una volta c'era Dracula , oggi c'è Conte !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhh

fifaus

Ven, 04/10/2019 - 11:19

Perché ha detto il falso?

peter46

Ven, 04/10/2019 - 13:22

In questi giorni passa sulla stampa la 'precisazione' che l'ag.delle entrate non ha provveduto a 'trombare' tutte le richieste di pagamento x i bolli auto non pagati dal 2000 al 2016 come da 'condono' pentastellato...cioè ha confermato 'unilateralmente,ideologicamente x come 'beferata' e per come 'viscata',che ste cambiali non scadono mai al contrario di ciò che la politica prima ed un giudice poi ha precisato e deliberato.Ecco...anche sull'hitlerismo rimane eterna la stessa 'cambiale' passata ormai alla 'storiella' che pretende che anche se sto demonio avesse regalato soldi agl'indigenti,che più indigenti non si può,è da condannare lo stesso,magari x 'aver cercato di procurar loro un qualche piccolo risarcimento dal disgraziato destino capitatogli'.Come x il fascio insomma.Ma non per il comunismo ed il liberismo che "ha dato a tutti la libertà di sopprimere,economicamente,la nostra".