Dagli hacker russi ai jihadisti: allarme Election Day negli Usa

Dagli Usa nuove accuse al Cremlino: "I russi stanno preparando un attacco hacker". E torna anche l'incubo di un attenatto di al qaeda

Dagli hacker russi ai jihadisti: allarme Election Day negli Usa

La Casa Bianca è in allarme. Teme seriamente che il voto di martedì prossimo possa essere influenzato dall'esterno. Sul tavolo dell'intellingence statunitense ci sono due differenti dossier che parlano sia di un possibile attacco informatico di hacker russi sia un nuovo attentato terroristico ad opera di al Qaeda. In entrambi i casi l'obiettivo è minare il giorno delle elezioni presidenziali.

Quando manca una manciata di giorno alle elezioni per il nuovo presidente degli Stati Uniti, continua a salire la tensione tra Washington e Mosca. E la Casa Bianca torna ad accusare il Cremlino di voler ingerire nel voto degli americani. "Lo sforzo di contrasto è coordinato dalla Casa Bianca e dal dipartimento di Sicurezza nazionale, ma include la Cia, la National Security Agency e altri elementi del dipartimento della Difesa", precisano i funzionari interpellati dalla Nbc News. La Russia è stata, quindi, avvertita del fatto che ogni tentativo di manipolare il voto o il conteggio sarebbe stato visto come una grave violazione. "I russi sono all'attacco, gli Stati Uniti stanno lavorando sulle strategie per rispondere a questa offensiva, ai massimi livelli", ha detto Michael McFaul, già ambasciatore degli Stati Uniti in Russia nel periodo 2012-2014.

I funzionari sono in allerta per eventuali tentativi di creare il caos giorno delle elezioni, e sono state prese alcune contromisure per preparare ad alcuni tra gli scenari peggiori, tra cui un cyber-attacco che chiuderebbe una parte della rete elettrica o di internet. Ma ciò che è più probabile, ne è convinta una gran parte dei funzionari degli Stati Uniti, è un'azione di minor impatto da parte degli hacker, come spacciare disinformazione manipolando Twitter, Facebook e altre piattaforme di social media. Ad esempio, i funzionari temono la diffusione di documenti falsi, con uno dei candidati tirato in ballo in uno scandalo, senza che ci sia il tempo per i mezzi di informazione di controllare la veridicità della notizia.

L'intelligence americana ha anche lanciato l'allerta dopo aver raccolto informazioni riguardo alla possibilità che al Qaeda stia preparando attacchi terroristici in tre stati americani. Secondo la Cbs News, gli attacchi dovrebbero avvenire lunedì,alla vigilia dell'Election Day. E gli stati presi di mira sarebbero lo stato di New York, Texas e Virginia. "L'anti-terrorismo e le agenzie di homeland security rimangono vigili e pronti a difenderci da attacchi qui negli Stati Uniti", ha dichiarato una fonte dell'Fbi all'emittente americana che sottolinea come la credibilità della minaccia non sia stata ancora verificate ma la comunità di intelligence sta adottando misure di sicurezza per precauzione.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento