È carica di petrolio russo. Ma la nave vuol attraccare in Spagna

In Spagna fermata una nave battente bandiera maltese carica di greggio proveniente dalla Russia

È carica di petrolio russo. Ma la nave vuol attraccare in Spagna

Una nave battente bandiera maltese e contenente greggio proveniente dal paese guidato da Putin ha attraccato a Cartagena, nel sud della Spagna, violando le sanzioni. A diffondere la notizia, riferita dall’Autorità portuale locale, è stato il quotidiano spagnolo “El Pais”.

Non è la prima volta che si verifica un fatto del genere. L’8 aprile a Gijon, allora nel nord della penisola, era stata respinta la petrolieraBlack Star, carica di carbone proveniente da Mosca. Bloccata dal ministero dei Trasporti di Madrid che aveva negato al gigante del mare di entrare nel porto e le aveva intimato di lasciare immediatamente le proprie acque. Il governo avrebbe ricevuto un’informativa dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima in cui si avvertiva del trasferimento illegale di carico. In quest’ultimo caso non si conoscono ancora le generalità della nave coinvolta. Anche stavolta, però, sarebbe stato avvertito chi di dovere che avrebbe quindi respinto il tentativo di oltrepassare le regole imposte dall’Europa.

Nonostante ciò, comunque, quanto avvenuto nel weekend è stata l’ennesima prova tesa a superare la decisione di Bruxelles, che già dal mese scorso aveva approvato quelle norme che nei fatti dovrebbero evitare l’arrivo nell'Ue di idrocarburi russi. L’obiettivo appunto quello di bloccare la forte industria energetica di Mosca, demotivando così Putin a continuare il conflitto in Ucraina.

Resta, intanto, un mistero come, ancora una volta, una nave con bandiera maltese possa essere arrivata fino in Spagna e soprattutto come mai sia stata fermata solo a pochi metri dalla terraferma. Un episodio del genere si è verificato anche in Grecia, dove è stata bloccata lo scorso 15 aprile una petroliera. Ecco perché è necessaria mantenere alta la guardia, soprattutto in quei paesi ricchi di coste, come l’Italia, considerando che il rischio che qualcuno tenti di scavalcare le sanzioni non è utopia.

Commenti