Marò, Mogherini: "Il malore di Latorre cambia la situazione"

Il ministro Mogherini: "Il malore di Latorre cambia la situazione". E per Girone?

Marò, Mogherini: "Il malore di Latorre cambia la situazione"

Il caso marò continua a tenere banco nel dibattito politico del nostro Paese. Per il ministro degli Esteri Federica Mogherini il malore di Salvatore Latorre "cambia la situazione" per il caso marò. La titolare della Farnesina lo ha detto parlando a Bruxelles. Il ricovero in ospedale del fuciliere di Marina, ha spiegato la Mogherini, "non soltanto ci ha molto preoccupato, ma ha cambiato e cambia la situazione" riguardo ai marò. Il ministro ha presentato al Parlamento europeo il programma della presidenza italiana dell’Ue. In aula è stata contestata dall’europarlamentare leghista Mario Borghezio, che l'ha accusata di non aver speso "neanche una parola sui marò".

"Stiamo facendo una riflessione su come questa difficile situazione di salute sta cambiando anche il modo in cui noi dobbiamo reagire sotto tutti i punti di vista", ha sottolineato il ministro, "in questi giorni stiamo preparando l’internazionalizzazione della gestione della vicenda". Intanto prosegue anche il lavoro per cercare di riaprire i canali di dialogo con il nuovo governo indiano: "Su questa base - ha concluso - ci stiamo adoperando quotidianamente sia io che il ministro Pinotti che lo stesso Renzi per fare in modo di riportare tutti e due i marò in Italia il più rapidamente possibile".

La Lazio gioca con il fiocco giallo

Anche il mondo del calcio si mobilita per i marò. La Lazio di Claudio Lotito per sensibilizzare l’opinione pubblica in favore dei due marò manderà in campo i giocatori con il fiocchetto giallo sulle maglie. "È un’iniziativa che facemmo già due anni fa - ha spiegato il presidente del club in un’intervista a Il Tempo - sono stato il primo in Italia. Inizieremo la prossima settimana di campionato. I particolari li dobbiamo ancora concertare, vogliamo, in pratica, giocare con il fiocco". L'iniziativa riceve il plauso di Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia: "Sui marò - scrive su Twitter - la Lazio è un esempio che spero le altre squadre italiane seguiranno".

Falso profilo Facebook della figlia di Latorre

Intanto su un falso profilo Facebook intestato a Giulia Latorre si legge: "Scendete nelle piazze e gridate a voce alta che chi serve con onore la propria patria non deve mai essere lasciato solo! Liberate il mio papà, l’onore dell’Italia è nelle vostre mani". Toni meno aggressivi di quelli con cui ieri la ragazza aveva commentato la notizia che suo padre era stato colpito da una ischemia ("Italia di... pensate solo agli immigrati"), criticando l’inerzia dell’Italia nella risoluzione della vicenda dei due fucilieri. Ma è una bufala. A Repubblica Giulia Latorre ha detto a chiare lettere che quelle parole non sono sue: "Non sono io ad aver creato questa pagina. Segnalatemi episodi simili".

Commenti