Il fronte della guerra mondiale: ecco come fu liberata l'Europa

Project44.ca è un nuovo modo di raffigurare la storia militare che si va ad accostare ai normali testi lineari, integrandoli in una sorta di “mappa continua dei combattimenti”

Immaginate di muovervi sul fronte di battaglia. Di sapere dove si trovano, giorno dopo giorno, le truppe alleate. È quello che sta cercando di fare Project44.ca, che si propone di ricostruire le battaglie della Seconda guerra mondiale tramite una mappa web gratuita che mostra gli spostamenti di tutte le unità che hanno preso parte al conflitto.

Una parte importante della storia militare, infatti, è quella di descrivere le azioni delle unità militari durante i conflitti. Un libro che tratti di una battaglia o di una campagna non si può considerare completo senza almeno una mappa delle operazioni. La stessa geografia ha importanti valenze per i militari perché influisce sull’andamento delle battaglie. Ormai da qualche anno la tecnologia ci offre sistemi informatici di rappresentazione del mondo sempre più completi e performanti, che operano in un ambiente chiamato Gis (Geographic information system).

Project44 è un nuovo modo di raffigurare la storia militare che si va ad accostare ai normali testi lineari, integrandoli in una sorta di “mappa continua dei combattimenti”. Questo consente di comprendere, anche a chi non è un professionista o appassionato, le battaglie e i movimenti delle truppe durante il conflitto. La potenza del sistema Gis consente infatti di passare dal livello di visualizzazione del Comandante supremo delle operazioni a quello del comandante di una piccola unità e ha potenzialità di interessare, fra gli altri, gli appassionati di storia in generale, gli storici locali, che possono comprendere nei minimi dettagli il passaggio del fronte nella loro zona di interesse, e infine gli appassionati di simulazione, che possono trarre spunto per creare precisi scenari. Una particolarità del sistema Gis è quella di permettere la scelta tra diversi sfondi e icone per le unità. Per i primi si possono visualizzare una mappa satellitare attuale, una mappa composta dalle carte geografiche di riferimento usate dai comandi alleati (con tutto il sistema di coordinate in uso a quel tempo), infine si può scegliere una sovrapposizione di fotografie aeree del 1946 provenienti dal sito dell’Institut Geographic national français (con tutto il sistema viario di allora e le tracce dei combattimenti, come crateri e edifici danneggiati). Per le seconde la scelta è tra un set di icone grafiche molto evocative, quelle specifiche impiegate sulle mappe britanniche e tedesche durante la Seconda guerra mondiale, e infine le moderne icone impiegate in ambito Nato, definite dal codice Stanag.

La pagina iniziale della mappa così come la trova chi vi accede per la prima volta

L’idea di base dei ragazzi canadesi del Crma (Canadian research and mapping association), che ha creato Project44.ca, è stata quella di conciliare la storia della Seconda guerra mondiale con la loro conoscenza dell’ambiente Gis, e questo è sfociato in un ambizioso progetto che è stato inaugurato il 6 giugno 2019, 75esimo anniversario dello sbarco in Normandia e data pregna di significato per chiunque conosca la Seconda guerra mondiale.

In quel giorno è stato presentato al pubblico il primo nucleo del progetto, ovvero una mappa online gratuita che mostrava i movimenti di tutte le unità alleate e tedesche che hanno preso parte alla Campagna di Normandia dallo sbarco del 6 giugno al 30 settembre 1944.

Questo primo caricamento di dati è servito a sviluppare il sistema e fare le prime esperienze, ma non ci si è fermati qui, tanto che l’8 maggio del 2020, 75esimo anniversario della fine del Secondo conflitto mondiale, è stato caricato tutto il teatro di Operazioni europeo (European theater of operations, Eto), dallo sbarco in Normandia alla capitolazione della Germania, con l’aggiunta di oltre 75mila posizioni di unità. Il prossimo passo, già approvato e finanziato, sarà la Campagna d’Italia, dove le unità Canadesi hanno duramente combattuto dallo Sbarco in Sicilia il 10 luglio 1943 alla fine del conflitto in Italia il 2 maggio 1945. La data di massima per la presentazione online di questa fase del progetto è la fine del 2021.

Come è stato possibile tutto questo? Poiché Project44.ca celebra il sacrificio dei soldati canadesi nel Secondo conflitto mondiale, si sono ottenute delle sovvenzioni statali dal Canada e numerosi volontari hanno generosamente donato, digitalizzando decine di migliaia di pagine di diari di guerra, mappe e schizzi tattici dai ricchi archivi delle unità delle Royal Canadian Armed Forces. Questa immensa mole di dati ha permesso di caricare la maggior parte delle unità canadesi presenti nel teatro di operazioni, e numerose altre sono continuamente aggiunte. Un altro grande valore di questa tipologia di dati è che sono tutti provenienti da fonti primarie, ovvero da documenti scritti al tempo dei fatti (o subito dopo) e da testimoni diretti.

Una mappa con aperto il pannello del diario di guerra (War Diary) di una unità (in questo caso lo sSSPzAbt. 101, battaglione carri pesanti 101 delle Waffen-SS).

Per tutte le unità non canadesi si è invece scelto di mappare dal livello di divisione a salire, basandosi sulle mappe giornaliere del 21st Army Group (21° Gruppo d'Armate) alleato. L’apertura mentale del team Crma li ha però già portati ad accettare il contributo di numerosi appassionati, tra cui lo scrivente, che hanno potuto aggiungere alcune storie sia per le unità alleate (ad esempio i tre reggimenti di fanteria che componevano la 80. US Infantry Division) sia per le unità tedesche (schwere Panzer-Abteilung 503, schwere SS-Panzer-Abteilung 101 e 102, le tre unità dotate di carri armati pesanti Tiger che hanno combattuto in Normandia). L’idea per il futuro è quella di creare una comunità di esperti che possano contribuire all’espansione della base dati.

Per limitare l’entità di dati caricati e non appesantire troppo il sistema, per ora la scansione temporale è giornaliera, e il simbolo dell’unità mostra la sua posizione più significativa nel corso della giornata. Si è consci che in una fase di movimento le unità si muovevano anche di parecchi chilometri, ma per il momento il buon senso impone di procedere per piccoli passi. Per ovviare a questa attuale limitazione, per alcuni specifici argomenti si è sviluppato un sistema di “Story Maps” che presentano le storie di singoli soldati, battaglie o unità. Queste storie abbinano una parte di testo lineare diviso in capitoli, che portano ciascuno a specifici punti della mappa globale, in alcuni casi mostrando anche animazioni su di essa tramite il movimento di icone su percorsi prestabiliti.

La pagina delle Story Maps, piccolo racconti che sfruttano la tecnologia di Project44 per descrivere alcune biografie di soldati canadesi decorati o di alcune importanti operazioni effettuate dalle truppe canadesi.

Gli sviluppi futuri:

Project44.ca è in continua espansione su molteplici piani e vengono regolarmente rilasciate nuove versioni e miglioramenti. Come capita spesso in queste fasi iniziali, si lotta tra piccoli budget e grandi progetti. Per elencare solo alcuni dei piani per il futuro ci sono: . una Wiki con la storia testuale delle varie unità, le specifiche tecniche delle armi, le biografie dei comandanti e molto altro. miglioramenti della grafica . rappresentazione della catena di comando e dei movimenti delle unità . implementazione delle unità aeree e navali . sviluppo di nuove campagne come il Fronte d’Africa e il Fronte Orientale . creare una versione più adatta a smartphone e tablet, in modo da poter essere consultata sul campo La Libreria Militare di Milano patrocina il progetto e sta fungendo da volano per aumentare l’interesse del pubblico in Italia in vista della futura pubblicazione della Campagna. Essa è inoltre disponibile a raccogliere, formare e indirizzare eventuali volontari che avessero il desiderio di collaborare attivamente nel progetto. A questo scopo, giovedì 19 novembre 2020 è prevista una presentazione del progetto su Zoom, che verrà poi registrata e sarà visibile su Facebook nella pagina degli eventi della Libreria Militare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 19/11/2020 - 17:34

Dopo l'espansione delle truppe dell'Asse vi è stata la implosione effettuata dalla compressione a tenaglia delle Armate Alleate, a est le divisioni asiatiche dell'Unione Sovietica e da Sud a Ovest delle truppe cosmopolite degli Alleati ... ha vinto chi ha saputo cogliere il momento giusto per controbattere ... hanno battuto il ferro finché era ancora caldo.

cgf

Gio, 19/11/2020 - 19:40

hanno vinto anche i partigiani italiani rammaricati però di non "aver concluso la rivoluzione" ed aver consegnato l'Italia a Tito