Gatto lecca la lampada di sale e rischia di morire

Proprietari di animali domestici fate attenzione: rischiano l’avvelenamento da sodio

Gatto lecca la lampada di sale e rischia di morire

Un gatto è stato male, rischiando quasi di morire, perché aveva leccato una lampada di sale. Portato in fin di vita dal veterinario è stato salvato per la coda. E la diagnosi del suo malessere è stato chiaro, avvelenamento da sodio. Attenzione quindi, proprietari di animali domestici, se nella vostra casa oltre all’amico peloso avete anche delle lampade di sale dell’Himalaya. Per intenderci sono quelle lampade rosa che, una volta accese, creano una luce molto particolare e calda che fa subito atmosfera. Se abbiamo cani o gatti però meglio evitarle. Il monito arriva dalla Nuova Zelanda, dove una gattina di nome Ruby se l’è davvero vista brutta. Improvvisamente la micia ha iniziato a comportarsi in modo particolare. Lei, sempre vispa e attiva, da un momento all’altro era diventata stanca, quasi non si reggeva in piedi e teneva la testa in una strana posizione.

Inizialmente la sua padrona, Maddle Smith, ha pensato al caldo eccessivo che debilita anche gli esseri umani. La sera però la gatta era riversa sul pavimento, senza riuscire a muoversi. Immediata la corsa dal veterinario che ha dato inizio a vari esami. Come ha spiegato “I veterinari erano estremamente preoccupati per lei: mostrava dei problemi neurologici, non riusciva a camminare correttamente, non poteva sentire o vedere, non poteva nemmeno mangiare o bere correttamente perché non riusciva a utilizzare la lingua. Era così indifesa”. Dagli esiti degli esami è risultata una sola anomalia: il livello di sodio nel sangue era eccessivamente alto.

I veterinari hanno spiegato che l’innalzamento di sodio aveva provocato il rigonfiamento del cervello portando a seri problemi neurologici. Da quel momento hanno rivolto diverse domande ai proprietari per riuscire a capire quale potesse essere stata la causa. Dopo poco tempo il mistero è stato svelato. In casa infatti vi è una lampada di sale che il gatto ha leccato diverse volte, ingerendo così tanto sale fino ad avvelenarsi. Sono stati proprio i veterinari che hanno avuto in cura il gatto a rendere pubblica la notizia, così da allertare tutti coloro che hanno animali in casa, lo stesso potrebbe capitare anche ai cani.

“L'avvelenamento da sale è estremamente mortale per gli animali ed è un miracolo se Ruby è ancora viva. Le lampade di sale sono attraenti per gli animali che, una volta che ne sentono il gusto, non si staccano più”. Ruby adesso sta meglio ma deve ancora seguire alcune cure, tra le quali una corretta alimentazione e idratazione. A lei è andata bene perché è stata aiutata in tempo, ancora poco e sarebbe potuta morire. Attenzione quindi se il vostro gatto vomita, ha convulsioni, diarrea o non riesce a coordinare i movimenti, potrebbe essere l’inizio di un avvelenamento da sodio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti