Giudici Usa: "Maduro possiede immobili di lusso a Manhattan"

Le accuse avanzate dai giudici statunitensi a carico del capo dello Stato bolivariano hanno di fatto contribuito a esasperare il già avvelenato clima politico venezuelano

Giudici Usa: "Maduro possiede immobili di lusso a Manhattan"

I magistrati americani hanno di recente individuato, nel territorio federale, un “ingente patrimonio immobiliare” riconducibile al presidente venezuelano Nicolás Maduro.

Alcune Corti distrettuali della Florida e dello Stato di New York hanno infatti accertato, a detta dei media statunitensi, la presenza nella “Grande mela” di diverse unità abitative “di lusso” di proprietà del politico chavista. In base agli accertamenti condotti dai tribunali in questione, il leader di Caracas avrebbe acquistato con i “soldi del bilancio venezuelano” ben “sette appartamenti” a Manhattan. Il valore complessivo di questi ultimi sarebbe “superiore a 40 milioni di dollari”.

Maduro, attualmente alla guida di un Paese stremato da una forte crisi economica, avrebbe incaricato un “prestanome” di sottoscrivere i contratti di acquisto delle sette unità abitative newyorchesi. La persona inviata nella “Grande mela” dal leader di Caracas sarebbe Raul Gorrin, imprenditore venezuelano nel settore delle telecomunicazioni nonché “strenuo sostenitore” della leadership bolivariana.

I magistrati Usa sostengono che gli appartamenti a Manhattan, acquistati grazie a “denaro stornato dalle casse del Paese sudamericano”, verrebbero utilizzati sia dai “familiari di Maduro” sia da “alti funzionari della nomenklatura chavista”. I media americani hanno quindi ventilato un “imminente sequestro” dei sette immobili da parte degli inquirenti federali.

Le accuse avanzate dai giudici statunitensi a carico del capo dello Stato bolivariano hanno di fatto contribuito a esasperare il già avvelenato clima politico venezuelano. Lo scandalo degli appartamenti di lusso ha infatti indotto diversi membri del partito socialdemocratico Voluntad Popular, del quale è esponente Juan Guaidó, ad accusare la leadership chavista di “indegnità morale”. Ad esempio, il deputato Armando Armas ha preso spunto dalle indagini condotte negli Usa circa il “patrimonio immobiliare segreto” di Maduro per accusare quest’ultimo di “togliere risorse al popolo per fare la bella vita a New York”.

Commenti