Hong Kong, piovono soldi: "Sono come Robin Hood"

Il giovane esperto di criptovalute ha lanciato centinaia di banconote da un grattacielo. La polizia lo ha arrestato per disordini

Hong Kong, piovono soldi: "Sono come Robin Hood"

Quando hanno alzato gli occhi al cielo, nel quartiere Sham Shui Po, il più povero di tutto il Paese, le persone sono state sommerse da una pioggia di soldi. Dal cielo, scendevano centinaia di banconote da 100 dollari locali, pari circa ai nostri 10 euro.

A farle cadere da un grattacielo è stato Wong Ching-kit, un giovane startupper seriale di Hong Kong, che si occupa di criptomonete. Il messaggio che il ragazzo ha voluto mandare è chiaro: con le criptovalute si fanno così tanti soldi da poterli lanciare dal terrazzo. Ma non solo. In un video pubblicato on line, Wong Ching-kit ha specificato di voler "essere come Robin Hood", cercando di dare ai poveri ciò che i ricchi hanno in eccesso.

La folla si è precipitata a raccogliere i soldi che cadevano dal cielo, salendo anche sui tetti, dove alcune banconote si erano fermate. Numerosi i video e le foto scattate dalle persone presenti, che le hanno condivise sui social.

Ma per lo startupper che ruba ai ricchi per dare ai poveri, la vicenda non ha avuto il lieto fine: la polizia lo ha arrestato, per aver causato disordini sulle strade del quartiere. Inoltre, sembra che per il bitcoin non sia un periodo florido, dato che avrebbe perso quasi l'80% del valore.

Commenti