I politici americani: "Abbatteremo gli aerei russi in Siria"

In un video alcuni dei più importanti rappresentanti americani affermano di voler armare i ribelli per annientare le forze aeree russe

La politica estera di Vladimir Putin non piace all'America. Non appena sono iniziati i bombardamenti russi in Siria, i politici americani si sono lamentati del fatto che nei raid erano stati colpiti anche alcuni "ribelli addestrati dalla Cia" in funzione anti-Assad.

Ora, in un video caricato su YouTube, sono state raccolte alcune affermazioni di Hillary Clinton (Segretario di Stato Usa), Carly Fiorina (già amministratore delegato di Hewlett-Packard), John McCain (uno dei più importanti sostenitori della rivolta di piazza Maidan), e Tom Cotton (un veterano che, arruolatosi nella 101esima divisione aviotrasportata, ha combattuto sia in Iraq che in Afghanistan, per poi approdare, nel 2012, al mondo della politica) sui raid russi in Siria.

La Clinton chiede a gran voce una no fly zone e "corridoi umanitari per cercare di fermare la carneficina che c'è sul terreno", mentre il senatore Tom Cotton è più duro: "Dovremmo rendere chiaro a Vladimir Putin che la Russia non sarà una potenza in Medio Oriente. Dovremmo mettere pressione ai nostri partners affinché facciano lo stesso".

C'è poi il capitolo McCain. Un giornalista di Fox News chiede al senatore: "Stanno attaccando persone che noi vogliamo rovescino Assad. Si dovrebbe forse lasciare che gli aerei americani consentano ai russi di farlo?". E McCain: "No, ma farei quello che facemmo in Afghanistan molti anni fa: darei a quella gente (ovvero ai siriani, Nda) la possibilità di abbattere quegli aerei. Quegli armamenti ci sono". E il giornalista: "E chi dovrebbe abbatterli?". E il senatore, candido come un bambino: "L'esercito siriano libero".

È poi il turno della collaboratrice di McCain, Carly Fiorina, che, sempre su Fox News, chiede una no fly zone "attorno ai ribelli anti-Assad che stiamo sostenenendo. Si tratta di una manovra difficile e pericolosa, ma è una manovra che dobbiamo intraprendere perché dobbiamo rendere chiaro alla Russia, in modo cristallino, che loro non possono entrare in Medio Oriente e diventare la potenza dominante, come è chiaramente nelle loro intenzioni". A questo punto, il giornalista di Fox News chiede: "Potremmo usare la forza contro gli aerei russi?". E Fiorina: "Speriamo di no. Speriamo che segnalando chiaramente ai russi le nostre intenzioni non si arrivi a questo. Ma se ci arriviamo, dobbiamo essere pronti".

Queste parole mostrano come parte del mondo politico americano sia maggiormente preoccupato dall'avanzata di Putin che da quella dello Stato islamico e che la partita che si sta giocando in Medio Oriente tra Usa e Russia è molto più ampia rispetto alla minaccia del Califfato.

Commenti

Tom Hagen

Mer, 07/10/2015 - 17:23

L'abbronzato gioca sulla nostra pelle chiara. Sinceramente non lo tollero più. Aridatece Kissinger

Renee59

Mer, 07/10/2015 - 17:41

La pazzia di questa gente è piuttosto evidente...internateli.

Renee59

Mer, 07/10/2015 - 17:43

John McCain...creatore del Califfato. Avrà sulla propria coscienza se ce l'ha, migliaia di morti.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 07/10/2015 - 17:47

Questi sono pazzi da legare. Per i loro sporchi giochi di geopolitica ci stanno portando dritti verso un conflitto con la Russia e verso una terza guerra mondiale.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 07/10/2015 - 17:51

Oh, oh, oh, gli "esportatori di democrazia" sono davvero imbufaliti! Hanno capito che i russi hanno perfettamente sfruttato l'incapacità, l'arroganza, la stupidità americane e stanno per cancellare in pochi giorni gli indecenti e criminali piani USA in medioriente... oltretutto con l'appoggio di quegli stati (Iraq e Afghanistan) che pensavano di aver ridotto a totali marionette in mano a loro. Non gli interessa minimamente di contrastare l'ISIS che, anzi, nei loro piani andava "lasciato fare" fino alla completa destabilizzazione di queste aree così da poter poi passare alla fase asservimento/invasione con minimo sforzo. A loro, oggi, interessa molto di più destituire con la forza Assad e proteggere le loro iene "ribelli moderati" che tanto sono costate sia in termini economici che di perdita verticale di consenso planetario. Ma si, state sicuri che in pochi giorni i vostri barbuti terroristi islamici sconfiggeranno l'esercito regolare e legittimo siriano... 1 di 3 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 07/10/2015 - 17:52

...e "tireranno giù" tutti gli aerei russi... che sono gli unici a poter volare con diritto nei cieli siriani in quanto la Russia è l'unica parte a cui il legittimo e unico governo siriano ha chiesto aiuto. Il peggiore dei loro incubi si è concretizzato nel decisivo, risoluto, efficace, intervento russo in Siria che non solo cancella la possibilità di destituire nel sangue Assad, ma gli sta facendo perdere tutto quanto avevano costruito sul sangue e sulla distruzione (degli altri) in tutto il medioriente. Sono come una cane rognoso contagiato dalla "rabbia" e quindi sono davvero pericolosi. Questi sono pronti a far scoppiare la 3a Guerra Mondiale pur di non vedersi ridimensionati a livelli pre-2a Guerra Mondiale e l'unica speranza di fermarli è in mano a un'Europa che smetta di contrastare la Russia ma anzi si unisca a questa per cambiare in modo positivo gli equilibri mondiali "mettendo a cuccia" la belva americana.... 2 di 3 SEGUE

@ollel63

Mer, 07/10/2015 - 17:52

ameri-cani sarete abbatuti

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mer, 07/10/2015 - 17:53

...Cosa impossibile che avvenga finché tutti i leader europei attuali e la "banda di Bruxelles" (tutti intercettati, spiati e quindi "tenuti per le palle" da anni dagli USA) non vengano estromessi fino all'ultimo venduto. La Russia gli ha offerto la possibilità di coordinarsi con loro per annientare l'ISIS ma i "padroni del mondo in pectore" hanno rifiutato, perché sarebbe l'ammissione della sconfitta totale (comunque inevitabile... e i sudditi del "premio nobel per la pace sulla fiducia" lo sanno bene). Un'altra speranza è che questi obesi incapaci, perdano ancora un po' di tempo in teatrini di parole... ancora pochi giorni e di "ribelli moderati" da proteggere/armare non ci sarà più traccia.... 3 di 3 FINE

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 07/10/2015 - 17:57

Sempre più evidente che agli USA di Obama, più che la stabilità del territorio siriano e medio orientale, interessa innescare un conflitto con la Russia di Putin col coinvolgimento degli inetti europei. Più evidente di così....

carpa1

Mer, 07/10/2015 - 18:20

Loro possono addestrare i ribelli, Assad non può chiedere aiuto alla Russia. Di grazia, chi lo dice? Gli incompetenti della CIA che sono solo capaci di creare disastri che altri devono poi ricucire? Fino a prova contraria Assad è ancora il presidente ufficiale della Siria e, non avendo attaccato nessuno fuori dal suo paese, è libero di chiedere aiuto a chi vuole. Gli altri, a partire dagli USA, farebbero bene a ritirarsi in buon ordine, piantarla di creare confusione e capire una volta per tutte che non sono i padroni del pianeta. Ho sempre avuto una sorta di ammirazione per gli americani finchè hanno dimostrato, nei loro interventi, di avere a cuore libertà e giustizia ma, ultimamente specie da quando il musulmano ha preso il potere, non perdono occasione per farla fuori dal vaso. Quel che è troppo è troppo.

marcosabelli

Mer, 07/10/2015 - 18:27

L'unica cosa che sanno fare gli americani è portare disordine e caos ovunque mettano piede, e sanno anche coprirsi di ridicolo come in questa occasione, un cervello come Putin in America non esiste. Uscito di scena Henry Kissinger, abbiamo visto solo delle amministrazioni mediocri ed ignoranti.

carpa1

Mer, 07/10/2015 - 18:38

Loro possono addestrare i ribelli, Assad non può chiedere aiuto alla Russia. Di grazia, chi lo dice? Gli incompetenti della CIA che sono solo capaci di creare disastri che altri devono poi ricucire? Fino a prova contraria Assad è ancora il presidente ufficiale della Siria e, non avendo attaccato nessuno fuori dal suo paese, è libero di chiedere aiuto a chi vuole. Gli altri, a partire dagli USA, farebbero bene a ritirarsi in buon ordine, piantarla di creare confusione e capire una volta per tutte che non sono i padroni del pianeta. Ho sempre avuto una sorta di ammirazione per gli americani finchè hanno dimostrato, nei loro interventi, di avere a cuore libertà e giustizia ma, ultimamente specie da quando il musulmano ha preso il potere, non perdono occasione per farla fuori dal vaso. Quel che è troppo è troppo. Pubblicate e non ve lo ritrasmetto più, promesso.

billyserrano

Mer, 07/10/2015 - 18:41

L'America, oramai non è più quella del "sogno americano" (se mai lo è stata), oramai è in mano a gente come Soros, i Rockefeller, i Rothschild, e altri personaggi del genere. Gente che non ha come obiettivo principale, il bene comune ma, solo l'interesse proprio anche a danno del popolo americano e europeo. Le guerre per loro sono una occasione di business, incuranti delle conseguenze.

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 07/10/2015 - 18:48

Sono vecchi arnesi nostalgici della guerra fredda.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 07/10/2015 - 18:51

Vi aspettiamo ,bastardi criminali,vogliono la terza guerra mondiale e l avranno ,ma non in Siria ,a casa loro ,viscidi vermi.

Mr Blonde

Mer, 07/10/2015 - 18:54

almeno specificate che il senatore McCain è repubblicano se no prendersela sempre con obama fa fare la figura dei cxxxxxi a tanti commentatori

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 07/10/2015 - 19:46

Jiusmel, condivido quanto ha scritto, aggiungo che gli americani sono doppiamente stupidi perchè non hanno capito che Obama sta facendo il tutto a favore dela causa islamica, essendo lui stesso islamico. Questi vanno allegramente a infilarsi in una guerra termonucleare, pensando di essere i più furbi del villaggio, e noi italiani agganciati alla Nato che ormai è divenuta solo un rischio di guerra inutile per noi. Rimpiango il defunto Andreotti, l'unico capace di sguazzare senza danni in questo casino.

ilrompiballe

Mer, 07/10/2015 - 22:25

Forse l'America non si è accorta che il mondo sta cambiando e che gli equilibri si sono modificati. Ci starei "un attimino" attento, prima di abbattere un Mig. Putin non è né Saddam e neppure Gheddafi.

ilrompiballe

Mer, 07/10/2015 - 22:25

Forse l'America non si è accorta che il mondo sta cambiando e che gli equilibri si sono modificati. Ci starei "un attimino" attento, prima di abbattere un Mig. Putin non è né Saddam e neppure Gheddafi.

alox

Mer, 07/10/2015 - 23:09

A parte il fatto che tutti i politici intervistati parlano di no fly zone (a parte uno che non si sa' chi e'!) e di prepararsi; cosi' come si prepara (riarma) la Germania, il Giappone, e tanti altri Paesi ci dovremmo preparare anche Noi.... Putin e' andato a cercare rogne e le trova su questo non ci piove!

mddelius

Mer, 07/10/2015 - 23:33

io non capisco come mai tutti i potenti della terra sono accaniti in uno stesso luogo e soprattutto uno contro l'altro ma non è che sotto c'e' il solito oro nero che comanda? è possibile che noi dobbiamo far vivere i nostri figli in un mondo orribile comandato solo da persone che pensano a creare distruzione per il loro interesse senza preoccuparsi di nulla. io sono rammaricato di vivere in un mondo che per colpa degli interessi o di semplici questioni religiose devono spargere sangue. vergognatevi

silvano45

Mer, 07/10/2015 - 23:47

i vertici americani sono preda da demenza senile accelerata dopo iraq gheddafi afganistan siria ucraina non ne fanno una giusta e a pagare sono gli europei che come conigli vanno contro i propri interessi

GGuerrieri

Gio, 08/10/2015 - 09:53

E' evidente che l'alleanza spuria tra gli USA e le criminali monarchie assolute integraliste del golfo (con le quali dividono i proventi del petrolio), oltre al Pakistan (creatore e sostenitore dei talebani ed in possesso di missili e bombe atomiche) ed alla Turchia di Erdogan, sta alla base dell'esplosione della galassia terrorista islamista sunnita, dal medio oriente all'Africa centro-settentrionale.

GGuerrieri

Gio, 08/10/2015 - 10:00

E proprio per provocare, penso che gli americani stanno rischiando di dare ragione addirittura all'ayatollah Khomeini, il quale additava Saddam Hussein come il piccolo satana di Baghdad, dietro al quale c'era però il grande satana di Washington....

Ritratto di SAXO

SAXO

Gio, 08/10/2015 - 12:10

Vili ipocriti ,vogliono la no fly zone ,per potere fare scappare i loro terroristi addestrati,perche la no fly zone non e stata pensata prima dell intervento dalla RUSSIA?SONO UNA COZZAGLIA DI CRIMINALI VOMITEVOLI,VOLETE PROVARCI CON LA RUSSIA ,NO PROBLEM WE ARE WAITING .

pioneer

Sab, 10/10/2015 - 06:46

Non fidarsi degli USA e dei russi si, e' come giocare alla roulette russa. Putin non colpisce l' isis, infatti l' isis e' viva e vegeta e avanza pure, per un semplice motivo: A PUTIN NON INTERESSA L' ISIS,MA DISTRUGGERE LE FORZE ANTI ASSAD. Voi avete prove diverse a parte il vomito di insulti anti USA? Chi vi ha detto che a Putin interessi eliminare l' isis? Infatti non lo fa, visto che avanzano! Neanche a voi interessa la guerra all' isis, visto che l' antiamericanismo e' il vostro obiettivo. Se usate più' il cervello e meno l' isteria capite che la Russia ha altri interessi che eliminare i tagliagole per farvi un favore!

pioneer

Sab, 10/10/2015 - 07:06

Ma da quando i russi ed i cinesi son diventati santi liberatori! Si fanno gli affaracci loro approfittando dell' odio isterico ed irrazionale anti USA. L' isis esiste da solo, nessuno lo ha creato! E' l' estremismo islamico che quella cultura ha prodotto e sarebbe esploso nel mondo arabo moderato, che e' il primo nemico. La Russia e' una potenza militare da sempre avversaria della nato,e deLL' occidente, politicamente e culturalmente, direi. Cerca i suoi spazi strategici per non essere isolata e per penetrare in medio oriente. L' isis avanza perche' non interessa ai russi.Lo dicono anche i piloti francesi,non vi fidate? Sapete perché? Perche' avete sostituito Hitler con Putin! Un vostro degno erede.

pioneer

Sab, 10/10/2015 - 07:27

L' isis non si combatte con i raid aerei. Quelli servono solo a rafforzare un regime amico. L' isis si combatte armando i nemici veri,come i curdi, quei poveri eroi dimenticati da tutti, a parte la Germania che li sostiene e li arma. Purtroppo i tagliagole ne usciranno piu' forti e motivati. Allora quando "putler" finirà' piu' forte, si capira' la verita', e dovremo ricominciare dall' inizio. Solo che avremo meno alleati anti isis grazie a putler ed alle sue inutili bombe!